Commenta per primo

E' il verde il colore che va di moda in Ligue 1. Dietro ai soldi di Monaco e Paris Saint-Germain, che partono favoriti per la vittoria finale, si sta facendo largo il Saint-Etienne, una realtà che già la scorsa stagione ha saputo stupire. L'ASSE, come viene chiamata in Francia, non è la squadra che ha dominato negli 70 e 80, ma dopo aver vissuto nell'ombra dei rivali del Lione (soprattutto di Le Guen) è tornata alla luce del sole, pronta a ribaltare i pronostici. Anche senza Aubameyang, passato in estate al Borussia Dortmund.

Per sostituirlo mercato ha portato Tabanou dal Tolosa ma soprattutto Benjamin Corgnet dal Lorient, centrocampista offensivo classe 1987, tornato ai livelli del Digione. Fino a 20 anni studiava per diventare ottico e giocava part-time a calcio, poi la crescita esponenziale che nel 2014 potrebbe portarlo al Mondiale. Per raggiungere l'obiettivo deve continuare a stupire con il Saint-Etienne. Nel weekend ha segnato due gol al Valenciennes, che hanno mandato Le Verts al secondo posto, dientro il Monaco  ma davanti il PSG.