371
Juve disastrosa a Lione, addirittura positivo l'1-0 per quanto visto nel primo tempo, solo l'orgoglio ha permesso ai bianconeri di costruire qualche pericolo nel finale pur senza riuscire a centrare mai lo specchio della porta. Pjanic un disastro, così come Bonucci, Alex Sandro e Rabiot. Male anche Dybala, inesistente per un tempo e poi incompiuto nella ripresa, quando pure Ronaldo sembra non crederci più. Nel Lione c'è un super Aouar a spiegare calcio, con Garcia che incarta Sarri. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

Lione-Juventus 1-0

Lione
Lopes 6: la Juve non effettua tiri nello specchio.
Denayer 6: dalle sue parti si aggira Ronaldo, comunque una brutta storia.
Marcelo 6,5: forse graziato quando colpisce al volto Dybala, di testa son tutte sue.
Fernando Marçal 6,5: chiude con puntualità sugli inserimenti di Cuadrado.
Dubois 6: soldatino sulla destra (33' s.t. Tete s.v.).
Tousart 7: a fine stagione sarà un giocatore dell'Hertha Berlino, in tanto dà tutto per il Lione.
Bruno Guimaraes 7: forse era proprio quello che mancava al Lione, detta i tempi nella doppia fase.
Aouar 7: palla al piede è una delizia per gli occhi, il gol dell'1-0 nasce da una sua percussione sulla sinistra.
Cornet 6,5: una furia sulla sinistra (36' s.t. Andersen s.v.).
Toko Ekambi 6: colpisce la traversa di testa, lavoro sporco e qualche guizzo (20' s.t. Terrier 6: c'è solo da soffrire quando entra)
Dembélé 6,5: tiene ritmi altissimi anche quando il Lione pressa, attaccante completo, manda in costante difficoltà Bonucci e compagni.
All. Garcia 7: il Lione non starà facendo una grande stagione e non a caso Garcia è accolto dai fischi dei suoi tifosi. Ma questa volta la incarta per bene, acquisendo un bel vantaggio verso la partita di ritorno.

Juventus
Szczesny 6: come spesso capita, il meno colpevole di tutti sul gol.
Danilo 5,5: prova a limitare i danni.
De Ligt 6: la Juve senza di lui va in bambola, il gol di Tousart arriva quando è fuori per farsi medicare e non è un caso.
Bonucci 4,5: assente e in costante difficoltà, resta a guardare sul tiro sporco di Tousart.
Alex Sandro 4,5: farfallone, suo il primo tiro della Juve (altissimo, al 26') ma anche troppi errori.
Cuadrado 5: fuori fase e fuori tempo, Cornet lo manda in tilt (25' s.t. Higuain 5,5: riempie l'area di rigore e la Juve ne giova, ma non incide. Ha una grande occasione all'85' e la spreca)
Bentancur 5,5: saltato come un birillo da Aouar in occasione dell'1-0, non affonda mai con i tempi giusti sui cross di Ronaldo. Ma nella ripresa è la era anima dei bianconeri.
Pjanic 4,5: con lui la Juve ha giocando con un uomo in meno (16' s.t. Ramsey 6: entra e la Juve alza il ritmo)
Rabiot 4,5: sbaglia tutto quello che può sbagliare (33' s.t. Bernardeschi s.v.).
Dybala 5,5: assente non giustificato per tutto il primo tempo, quando entra nel vivo del gioco poi sbaglia sempre l'ultimo tocco.
Ronaldo 5,5: nei primi 45 minuti è l'unico a provarci per davvero, altra stoffa rispetto a ogni compagno. Nella ripresa sembra quasi alzare bandiera bianca pure lui.

All. Sarri 4,5: a conti fatti la sconfitta per 1-0 è un risultato da tenersi stretti in casa Juve. Pessima prestazione nel primo tempo, poco meglio nella ripresa. A Lione non solo non c'è traccia di sarrismo, non c'è traccia di nulla né in fase di costruzione né senza palla. Anche se poi il gol arriva mentre la Juve si trova in inferiorità numerica. Una partita intera senza tiri nello specchio (uno solo, innocuo) è qualcosa di più di un semplice campanello d'allarme.