422
La Juventus non sbaglia e ottiene la prima vittoria stagionale in Champions League. Si conclude 3-1 il match contro il Maccabi Haifa che rimane così a zero punti mentre i bianconeri raggiungono quota tre. Nel primo a sbloccare la gara è Adrien Rabiot dopo l'assist di Di Maria. L'argentino è protagonista assoluto e a inizio ripresa regala un altro cioccolatino, questa volta a Vlahovic, che non sbaglia. David riapre i giochi al 74esimo prima della doppietta di Rabiot che chiude definitivamente i giochi. La Juve resta al terzo posto con Psg e Benfica che ottengono un punto a testa rimanendo a quota sette punti.

LA PARTITA - Partenza sul piede dell'acceleratore per la Juve che nei primi 10 minuti ha una doppia occasione con Vlahovic. Nella prima bravo Cohen a respingere mentre successivamente il serbo su assist di Kostic spreca da un'ottima posizione. La squadra di Allegri abbassa poi i ritmi non riuscendo più a impensierire la difesa del Maccabi fino alla super giocata di Di Maria che libera in area Rabiot regalandogli l'assist del vantaggio bianconero. 
Parte nel migliore dei modi il secondo tempo della Juve; un altro assist di Di Maria che questa volta manda in porta Vlahovic. Il serbo corre verso la porta e davanti al portiere è freddo, raddoppio bianconero.  L'ex Fiorentina ha poi la possibilità di realizzare la doppietta sull'ennesimo passaggio illuminante del Fideo ma questa volta si fa ipnotizzare Cohen. Non mollano gli ospiti che colpiscono un palo con una conclusione di Atzili.  Tanti spazi per la squadra di Allegri che li sfrutta bene ancora con l'asse Di Maria-Vlahovic ma questa volta il serbo parte in fuorigioco, annullato il 3-0. Al 74esimo il Maccabi Haifa riapre il match con il gol di David che scarta Szczesny e fa 2-1. Partita completamente ribaltata con la Juve che soffre nel finale e rischia anche il clamoroso pareggio, palo di Atzili su punizione, il secondo della serata. Nel momento più complicato ci pensa ancora Rabiot, questa volta di testa su calcio d'angolo battuto dal solito Di Maria. 3-1 e partita nuovamente chiusa