24
Liverpool e Real Madrid si giocano il tetto d'Europa. La finale di Champions League mette di fronte due grandi tradizionali, ma nella finale di Parigi non c'è solo la supremazia sul Vecchio Continente, c'è di più: ci sono i tanti intrecci di mercato che hanno caratterizzato questa storica rivalità, tra recente passato e pieno presente.

BEFFA MBAPPE' - Si gioca al Parco dei Principi, lo stadio che è stato, è e sarà di Kylian Mbappé, fresco di rinnovo faraonico fino al 2025 con il PSG. Una vera e propria beffa per Liverpool e Real, che in tempi e modalità diverse avevano approcciato il prodigio francese. Più moderato l'interesse dei reds, che hanno avuto dei contatti confermati dallo stesso Mbappé salvo poi decidere di mollare la presa viste le cifre previste per l'ingaggio. Decisamente più delusi i blancos, che hanno accarezzato in tre occasioni distinte il sogno di assicurarsi Kylian: la prima volta nel 2017 ai tempi del Monaco, ma il classe '98 preferì la corte del PSG a quella del Real; la seconda nell'estate del 2021, quando a un anno dalla scadenza del contratto Florentino Perez mise sul piatto un'offerta importante ma incassò il 'no' secco di Al-Khelaifi; la terza appunto nelle ultime settimane, quando tutto sembrava fatto per l'arrivo a parametro zero il colpo di scena e la firma del rinnovo con il Paris. E parole di simpatia che fanno ancora più male ai madridisti.
MANE' E SALAH - La delusione per Mbappé provoca poi un effetto domino che fa entrare ancor più in rotta di collisione Liverpool e Real, perché ora le merengues sono a caccia di nuovi nomi per l'attacco. Rafael Leao, stella del Milan, è uno dei nomi accostati agli spagnoli così come agli inglesi, ma i nomi cerchiati in rosso sul taccuino del Madrid sono altri due: Mohamed Salah e, soprattutto Sadio Mané. L'egiziano si è virtualmente tolto dal mercato, confermando la volontà di restare a Liverpool anche la prossima stagione nonostante non si sblocchi la trattativa per il rinnovo del contratto (in scadenza nel 2023). Più dense le nubi sull'attaccante senegalese, arma in più di Klopp molto apprezzata da Ancelotti e compatibile con l'idea di un tridente con Benzema e Vinicius. Anche Mané va in scadenza nel 2023 e finora non si sono registrati decisivi passi avanti per il prolungamento, il che alimenta le speranze del Real e non solo, vivo l'interese anche del Bayern Monaco qualora dovesse partire Lewandowski.

OCCHI SU TCHOUAMENI - C'è poi una sfida vera e propria di mercato che si è già profilata in vista dell'estate, perché Liverpool e Real sono entrambi alla ricerca di un nuovo rinforzo a centrocampo e hanno individuato lo stesso obiettivo: Aurélien Tchouaméni, classe 2000 del Monaco che anche la Juventus aveva seguito con attenzione nell'ultimo anno. I bianconeri si sono tirati indietro, decisi a puntare sul ritorno di Pogba e spaventati anche dalle cifre che si stanno sviluppando per questa operazione, perché il Madrid non vuole correre rischi di vedersi superato da PSG o, appunto, Liverpool e ha dunque preparato un affondo deciso: circa 80 i milioni di euro messi sul piatto da Florentino Perez per il centrocampista francese, un'offerta convincente e che vuole scoraggiare le rivali. Prima però la finale di Champions: Liverpool e Real Madrid si sfidano in campo, in attesa di confrontarsi nuovamente sul mercato.