98
Il Milan è a caccia di un nuovo esterno alto da schierare sulla fascia destra per la prossima stagione. E ha le idee chiare sull'identikit del giocatore, dal punto di vista tecnico ed economico. Vi abbiamo raccontato come Maldini e Massara abbiano modificato le strategie su Otavio e Thauvin e proprio questo cambiamento conferma due indicazioni. La prima è che quello dei parametri zero resta un mercato attentamente scandagliato alla ricerca di occasioni. La seconda è che per la fascia i rossoneri vogliono una tipologia di gioco ben precisa: abile nell'uno contro uno e soprattutto dinamico, per dare apporto sì nella fase offensiva, ma anche in quella di non possesso.

PROFILO DA MILAN - Una descrizione che calza a pennello a Lucas Vazquez. L'esterno spagnolo, 30 anni a luglio, è nel pieno della maturità calcistica e la sua situazione contrattuale, in scadenza con il Real Madrid al termine della stagione, lo pone nell'elenco dei nomi più interessanti nel ruolo. Continuità di rendimento garantita negli anni abbinata a una duttilità che gli ha permesso, come accaduto spesso nella stagione in corso, di adattarsi anche a terzino nelle situazioni di emergenza in cui si sono trovate le merengues, senza per questo sacrificare la spinta in appoggio alla manovra. Ala nel tridente, esterno a tutta fascia, laterale basso, Vazquez è un interprete a tutto tondo per la corsia destra e non a caso è entrato nei radar del Milan: ora Pioli punta sui lampi di Castillejo e sull'esuberanza di un Saelemaekers ancora che lavora per crescere nelle due fasi, abbinare un profilo più esperto e pronto è all'ordine del giorno, specie se la stagione si dovesse concludere con l'agognato ritorno in Champions League.
RINNOVO COMPLICATO, MA ZIDANE... - Il profilo tecnico è quello giusto, ma dal punto di vista economico ci sono altri fattori da considerare. A partire dal rinnovo con il Real e dalle motivazioni che hanno complicato la trattativa. E si tratta di motivazioni salariali. Vazquez è uno dei veterani dello spogliatoio, uno di quelli che in bacheca hanno le tre Champions consecutive dal 2016 al 2018, e ritiene di avere diritto a un ritocco al rialzo dell'ingaggio per restare: il 15% in più, questa la richiesta avanzata dal giocatore e riportata dalla stampa iberica, che porterebbe lo stipendio del classe '91 a poco più di 5 milioni di euro netti a stagione per altri quattro anni. Il desiderio, però, va a cozzare con la linea del club, che a causa della crisi data dalla pandemia Covid ha anzi trovato l'accordo con altri membri dello spogliatoio (tra cui senatori come Casemiro e Modric) per rinnovare al ribasso del 10% e su questa falsa riga vorrebbe proseguire anche con Vazquez. C'è un'ampia distanza quindi tra domanda e offerta, ma qui entra in gioco il fattore doppia Z: Zinedine Zidane. Vazquez è uno dei fedelissimi del tecnico, che lo ha sempre difeso dalle critiche e lo ritiene un giocatore imprescindibile all'interno del progetto: per questo il futuro dei due è legato a doppio filo, qualora Zizou dovesse restare sulla panchina dei blancos, allora spingerebbe per trovare un accordo che garantisca la permanenza dello spagnolo. Rinnovo in bilico e addio al Real possibile, il Milan è a caccia di un nuovo esterno e osserva per capire se Vazquez possa diventare un'occasione non solo tecnica ma anche economica.

@Albri_Fede90