77
A volte fa arrabbiare, a volte fa sognare. È sempre stato così, fin dai suoi primi anni alla Lazio. Luis Alberto è croce e delizia, è genio e sregolatezza. Contro il Bologna è stato tra i peggiori in campo, Sarri gli chiede maggiore sacrificio e il Mago fa fatica ad entrare nei nuovi meccanismi. La sensazione è che qualcosa si sia rotto nei rapporti tra il ragazzo e l’ambiente:  questa estate, mentre Sarri e tutti i compagni si radunavano a Formello, faceva sapere alla società di essere intenzionato a lasciare la Lazio. Ci aveva messo una settimana per convincersi a rientrare in squadra. Ma forse, mentalmente, non è mai tornato dalle vacanze.

Ascolta "Luis Alberto e le parole di Sarri, cosa c’è dietro: il patto con la Lazio, le cifre e la doppia pista spagnola. Il Milan…" su Spreaker.
PATTO SUL MERCATO- Alla Lazio in queste prime giornate di campionato è mancata la classe dello spagnolo. Luis sembra avere la testa altrove, probabilmente già al mercato. Per il presidente Lotito non è più incedibile, la scorsa estate ha stretto un patto con la società: con l’offerta giusta può partire. La valutazione è di almeno 40/50 milioni. Il Milan si era avvicinato senza approfondire, in Spagna si era parlato a lungo di Atletico Madrid e Villarreal ma non del Siviglia, società dove è cresciuto. Da qui alla riapertura del mercato sono attesi nuovi sviluppi e non si escludono sorprese. La speranza di Sarri è quella di ritrovare i gol e gli assist del Mago, fondamentali per provare a scalare una classifica che a oggi la vedrebbe in Conference League.