Commenta per primo

Roberto Mancini si confessa in un'intervista al Daily Mail: "Ho deciso di venire al City perchè è una società che non ha mai vinto. Se porterò dei trofei qui, la gente se lo ricorderà per sempre. Sarebbero vittorie storiche. Da giocatore, nonostante le offerte di Milan, Inter e Juventus, ho vestito per 15 anni la maglia della Sampdoria, perchè per me era la mia famiglia. Voglio creare lo stesso ambiente al City. Per me è una sfida, è facile allenare Barcellona o Real Madrid. In Italia ho allenato squadre che non vincono spesso: Lazio, Fiorentina e Inter, che per tanto tempo non ha vinto il campionato".

Poi sulle abitudini dei giocatori inglesi: "Ho parlato con David Platt, mi ha detto che in Inghilterra le sedute sono al mattino. Spesso si gioca la sera, quindi per il corpo è meglio un allenarsi il pomeriggio. Balotelli? Si vince con i grandi giocatori, non con gli angeli. Lo conosco da quando aveva 17 anni, fuori dal campo ha fatto cose che non si devono fare. Ma ha solo 20 anni".