1
Il Marsiglia parte bene, poi si fa riprendere dalla Lazio, e infine trova un pareggio che certifica comunque la buona prestazione fatta. Ecco le valutazioni della squadra di Sampaoli.

Le pagelle di CM:

Pau Lopez 6
: partita senza grosse sbavature a parte un rinvio sbilenco. Può poco sui due gol della Lazio.

Rongier 6,5: come al solito corre a destra e manca assicurando i due moduli nelle due fasi a Sampaoli. Da una sua riconquista del pallone arriva il gol del 2-2. Instancabile.

Saliba 4,5: serataccia per il classe 2001. Rimette in gioco Felipe Anderson per l’1-1 e cicca la palla favorendo il 2-1 di Immobile. Partita da dimenticare dopo diverse prestazioni interessanti. A pesare tanto sono i due episodi. Decisivo al contrario.

Caleta Car 5,5: difficile marcare Immobile in serate come questa in cui corre per due. L’ex Salisburgo prova a coprire i due errori del compagno di reparto Saliba, ma non ci riesce.

Peres 6: meglio degli altri due compagni, alla fine non rischia molto contro un cliente difficile come Felipe Anderson.
Lirola 6: buona prova dell’ex Sassuolo, non troppi acuti come all’andata, ma non perde mai la posizione e quando può spinge. (All’85’ Gueye SV).

Guendouzi 6: classica gara di quantità per il centrocampista francese. Prima è più libero di attaccare. Poi con l’uscita di Kamara ha maggiori compiti di copertura, ma l’apporto è sempre positivo, anche se gli manca un cartellino giallo per un fallo netto su Pedro in ripartenza.

Kamara 6: il classe ’99 è come sempre ordinato in entrambe le fasi, ma Sampaoli lo sacrifica per un cambio offensivo alla ricerca del pari. (Al 55’ Harit 6: ci mette un po’ a ingranare, ma nel finale è molto pericoloso).

Ünder 7: così come all’andata, anche stasera l’ex giallorosso viene sofferto molto dai rispettivi avversari, soprattutto Hysaj. Da un suo cross arriva il fallo da rigore di Acerbi su Milik. Poi tanti spunti interessanti, compreso un palo su una sorta di tiro cross letto male da Strakosha. Pericolo costante.

Payet 6,5: partita in crescendo del capitano dell’OM. Sampaoli gli dà la licenza per poter sbizzarrirsi sulla trequarti, e il numero 10 si esalta dal 70’ in poi. Segna il 2-2 e centra una traversa da oltre 20 metri.

Milik 6,5: non si vede in ogni momento del match, ma quando sale in cattedra gli avversari soffrono. Si procura e segna il rigore del vantaggio. Difficilmente perde il duello con un difensore tosto come Acerbi. Fastidioso.

All. Sampaoli 6,5: perde le redini della squadra dopo il vantaggio, ma poi la riassesta bene mettendo sotto pressione la Lazio nel finale come accadde al contrario all’Olimpico. Pareggio che mantiene ancora viva qualche speranza per i francesi, ma ora serviranno due vittorie.