Commenta per primo
Il Master dello Sport, Master Internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivi, delle Università di San Marino e Parma visita la A.S. Roma a 72 ore dalla sfida scudetto. Gli studenti hanno avuto il privilegio di assistere alla sessione mattutina degli uomini di Ranieri tenutasi in vista dell’incontro di domenica contro il Chievo Verona. Al Centro Sportivo di Trigoria, il gruppo 2010 ha potuto vedere da vicino come è organizzata la fase di preparazione ad una sfida importante come quella di chiusura del campionato di serie A 2009-10. La tensione, le preoccupazioni, i pensieri intrecciati al grande entusiasmo e passione dei protagonisti giallorossi caricati di energia dal sostegno dei tifosi che, seppur non ammessi all’interno del Centro, hanno fatto sentire il loro sostegno alla ‘Magica’ con la loro presenza all’esterno della struttura. Una visita completa alle ‘aree’ che caratterizzano il prezioso quadrato verde dedicato alla preparazione degli atleti, poi il pranzo rigorosamente basato sulla dieta seguita dai calciatori a completamento della emozionante esperienza. Come cornice nel primo pomeriggio l’immagine della partita della Primavera, AS Roma – Chievo. Seconda parte della giornata dedicata ad una lezione speciale nella “Sala Champions” di Daniele Pradè, direttore sportivo AS Roma. A introdurlo agli studenti del Master è stato Gian Paolo Montali docente del corso e dirigente della società giallorossa. “Il suo compito è quello di scegliere giocatori che facciano bene alla squadra e cerchino di raggiungere gli obiettivi della società, sviluppare i contatti iniziali con allenatore, procuratore, società, considerando anche l’aspetto contrattuale: in pratica lavora a 360° sulla gestione della società”. Il DS Pradè ha raccontato la sua passione per il calcio paragonandola ad una malattia, ad uno stato di passione tale da non vedere altro sport a parte il calcio. “Prima di ogni cosa viene la palla, conoscere i giocatori, saper respirare l’odore dell’erba del campo. Bisogna fare anche tanti sacrifici. A 21 anni ho iniziato ad occuparmi di una squadra dilettantistica di Roma. Mentre tutti i miei coetanei prenotavano le vacanze, io trascorrevo le mie giornate di ferie partecipando ai ritiri estivi. La mia è stata una malattia per il calcio che mi ha coinvolto in un percorso che mi ha portato a lavorare nel mondo professionistico. Non ho tuttavia trascurato il resto: infatti, ho proseguito miei studi universitari e a 26 ho iniziato la ma carriera. Sapersi mettere in gioco e non arrendersi mai sono i segreti di una carriera da vero professionista. Vi invito a credere fortemente nei vostri sogni e ad impegnarvi al massimo per realizzarli. Solo la costanza e la determinazione portano risultati.” L’intervento si è poi concluso con un’esortazione: “Faccio il tifo per voi!”. La visita è stata conclusione di una tre giorni “romana” che ha visto l’aula 2009-2010 del Master Sport completare un percorso di studio esclusivo tra impianti, organizzazioni e società sportive della Capitale. Gli studenti che sono stati ospitati al Centro CONI dell’ Acqua Acetosa hanno avuto l’occasione di confrontarsi con professionisti e organizzazioni di successo nazionale e internazionale. Sono intervenuti tra gli altri Maffei (Federazione Ginnastica), Urso (Presidente FIPCF e rappresentante della Federazione Internazionale) e Falcone (FIJLKAM) oltre agli ex studenti e responsabili di aree della Scuola dello Sport del CONI Arpino e Biffi. CALCIOMERCATO.COM E' MEDIA PARTNER DEL MASTER INTERNAZIONALE DI STRATEGIA E PIANIFICAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI, DEGLI EVENTI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI. CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI