Melissa Satta scatenata. L'attrice, modella e moglie del centravanti del Sassuolo Kevin Prince Boateng ha parlato a Tuttosport a pochi giorni dalla gara con la Juventus. Ecco la sua intervista:

Le piace Cristiano Ronaldo? 
«Non ho occhi che per mio marito... (ride, ndr)». 
 
E come giocatore invece? 
«Kevin dice sempre che è il giocatore più forte del mondo. Se lo dice lui io mi fido...». 
 
Domenica pomeriggio si trasferisce a Torino? 
«Quest’anno mi lancio nelle trasferte. Sono andata a Cagliari e ha portato bene. Domenica ci riprovo: vado allo Stadium, chissà che porti fortuna anche lì...». 
 
Cosa si augura per domenica? 

«Semplicemente che Kevin riesca a segnare ancora e magari...». 
 
Prenotata la maglia di CR7 per suo figlio Maddox? 
«Kevin gli ha chiesto: la vorresti la maglia di Ronaldo? E lui ha risposto: papà io voglio la maglia del Sassuolo...». 
 
Ora che è tornato in Italia lei è più felice? 
«Sono contenta ma soprattutto più agevolata negli spostamenti, se devo essere onesta. Da Francoforte facevo la mamma pendolare, la moglie con la valigia in mano. Ma ero felice lo stesso perché stavo con la mia famiglia. In Germania mi sono trovata benissimo, Francoforte è una città molto bella e da un lato è stato un dispiacere lasciarla anche perché l’anno scorso è stata una stagione fantastica per lui. Ma è stata una sua scelta personale, aveva voglia di tornare in Italia. Il Sassuolo l’ha conquistato, l’ha accolto come in una famiglia e quindi io sono contentissima per lui...». 
 
Le sarebbe piaciuto se fosse tornato ancora una volta nel Milan? 
«Io sono di parte, sono una tifosa del Milan e quindi... Scherzi a parte un conto è il mio tifo, un conto è il suo lavoro. Le sue scelte fin qui sono sempre state giuste per la sua carriera, alla fine lo hanno sempre ripagato.
La risposta alle domande che uno si può fare prima poi te le dà il campo e questi anni sono stati assolutamente positivi». 
 
Tra Sassuolo e Milan per chi fa il tifo Melissa Satta? 
«Devo essere onesta. Sono una grande tifosa rossonera però spero tutta la vita che segni Kevin e vinca il Sassuolo. Al cuore non si comanda... Il mio Milan se ne farà una ragione, per quelle due gare dovranno fare a meno del mio tifo». 
 
A Sassuolo raggiunge Federica Nargi... 
«Non sanno la fortuna che hanno questa stagione. Chissà quanti rosicano... (ride). E’ un motivo in più per fare l’abbonamento al Sassuolo e venire allo stadio a vedere le partite». 
 
Con l’inizio del campionato ha sentito un po’ di nostalgia di Tiki Taka? 
«Dopo cinque anni era diventata anche un’abitudine, un appuntamento fisso che avevo preso con molta serietà. E’ normale che all’inizio ti manchi qualcosa, ma sono contenta così ora. Ho sentito dire che mi avrebbero cacciata, altri che me ne sarei andata io sbattendo la porta. Assolutamente no. Non c’è mai stata una polemica, per me Tiki Taka è stata una famiglia meravigliosa, ci siamo salutati con un abbraccio ma era giusto lasciarci. Per tutti. Per me che devo crescere perché a 32 anni è giusto che faccia cose nuove e per il programma che è giusto che abbia una nuova protagonista al femminile...». 
 
Cosa ne pensa della signora Icardi? 
«Sono sincera: la prima puntata non l’ho vista, ma guarderò la prossima perché Tiki Taka lo seguirò sempre...».