Commenta per primo

 Si ricomincia. Giusto il tempo di tirare il fiato, prima di ripartire con le voci di mercato. Sarà un crescendo da qui alla ria pertura della finesta di gennaio. Con la Roma che, inevitabilmen­te, sarà coinvolta. Perché Ranie ri non ha esterni (Behrami). Per ché la questione del portiere nel la sua totalità non è stata risolta (Doni in uscita, Given in entrata). Perché ci sarà la necessità, anche per una questione di monte in gaggi, di provare a trovare una si stemazione ad alcuni brasiliani con uno stipendio da top player ( Ci cinho, Julio Bapti sta). Il tutto in una situazione in cui i contratti da rinno vare sono stati con­gelati, complice un inizio di stagione ai confini della realtà.

MEXES - Lasciando da parte quello di Claudio Ranieri, del resto tutti han no garantito che è sufficiente una stretta di mano, il contratto più ur genteda affrontare è quello di Philippe Mexes, in scadenza il prossimo trenta giugno, quindi, tra poco più di tre mesi, il gioca tore potrebbe essere nella possi bilità di trattare e firmare con qualsiasi altro club al mondo. Sul futuro del biondo francese, redu ce da una prestazione perlomeno deludente contro il Bologna, c’è una novità. Si chiama Siviglia. Il club spagnolo lo vuole, se possibi le e senza pagare troppo, sin dal prossimo gennaio. Di sicuro nel la giornata di ieri al telefonino del procuratore del giocatore, è arri vata più di una chiamata dal ca poluogoandaluso. Telefonate che avevano l’obiettivo di capire che margine ci fosse per un’eventua le trattativa. Il margine, di fatto, è molto ristretto, non solo perché la Roma a più riprese ha ribadito la volontà di prolungare il con tratto di Mexes ( ma vale anco­ra?), ma pure perché il giocatore nel caso decidesse di ritenere conclusa la sua avventura in gial lorosso, se non altro perché in questo momento, a rosa comple ta, non è un titolare, allora proba bilmente punterebbe, con tutto il rispetto per il club spagnolo, un po’ più in alto del Siviglia. Milan e Juventus da anni sono sulle sue trac ce e prima di pren dere in considera zione l’idea di an dare a giocare in un altro paese, Mexes e il suo procuratore percorrerebbero strade più cono sciute e prestigio se.