45
Sono guai e sono seri per Fabrizio Miccoli: la Corte di Appello ha accolto la tesi dell'accusa e pronunciato la sentenza di primo grado, 3 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione aggravata da metodo mafioso.

L'ex bomber del Palermo, si apprende da Ansa, "è accusato di aver chiesto a Mauro Lauricella, figlio di Nino un mafioso del quartiere Kalsa, a chiedere la restituzione di ventimila euro all'imprenditore Andrea Graffagnini per conto del suo amico Giorgio Gasparini. I soldi erano frutto della cessione della discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine".