74
L'attenzione in casa Milan è tutta per i rinnovi di Paolo Maldini e Frederic Massara, non ancora annunciati a ridosso della scadenza dei contratti, ma nel frattempo i rossoneri continuano a lavorare per il futuro. L'inserimento del PSG ha complicato la rincorsa Renato Sanches mentre Paulo Dybala è l'ultima pazza idea per l'attacco, ma è in difesa che si concentrano gli sforzi delle ultime ore. Il naufragio dell'operazione Sven Botman, passato al Newcastle dopo aver atteso a lungo di finalizzare l'intesa con i rossoneri, costringe il club di via Aldo Rossi a disegnare nuove strategie per la retroguardia. Intanto la cessione di Matteo Gabbia, corteggiato dalla Sampdoria, è stata congelata: per questioni di liste e per poter lavorare su possibili nuovi innesti, visto anche l'addio a scadenza di Romagnoli. Piero Hincapié è un profilo che piace, ma nel frattempo prende quota la pista che porta ad Abdou Diallo.
QUOTE IN RIALZO - Avanza la candidatura del senegalese classe '96, che può scalare gerarchie nella lista obiettivi del Milan. Non è un nome nuovo quello di Diallo, già avvicinato a gennaio ma poi mollato per le elevate richieste del Paris Saint-Germain e per la volontà di puntare con più decisione su una risorsa interna come Pierre Kalulu. Ora, però, le condizioni sono cambiate e l'affare può diventare più semplice: il PSG ha messo il giocatore sul mercato, poiché non rientra nei piani di Galtier, e lo ha fatto a una cifra accessibile, intorno ai 15 milioni di euro. Diallo, inoltre, si innesterebbe nella linea dei rossoneri di cercare jolly più che specialisti: nasce come centrale di difesa, ma spesso e volentieri nelle ultime stagioni è stato impiegato anche nel ruolo di terzino sinistro, laddove il Diavolo può contare su un titolare di assoluto livello come Theo Hernandez ma su una riserva ancora incostante come Fodé Ballo-Touré. L'idea Diallo avanza, ma il mercato passa prima dalla definizione della situazione dirigenziale.