203
Milan

G. Donnarumma 6,5
: salva il risultato nel finale con un intervento felino su colpo di testa di Junker da distanza ravvicinata.

Calabria 6: ha il suo da fare con Hauge che è un giocatore davvero molto interessante con buone qualità tecniche. Risponde botta su botta ma non riesce ad essere incisivo in fase di spinta.

Kjaer 6: solita prova gagliarda fatta di esperienza e grande applicazione tattica. Leggermente in difficoltà quando i rapidi attaccanti norvegesi hanno possibilità di attaccare in contropiede.

Gabbia 5,5: si fa anticipare da Junker in occasione del vantaggio del Bodo Glimt, un errore da matita rossa. Si fa rispettare nel gioco aereo ma non dà, nel complesso, la sicurezza necessaria al reparto. 

Theo Hernandez 6; qualche sbavatura difensiva, dove spesso si fa infilare alle spalle. Ma tutte le azioni più pericolose del Milan partono dai suoi piedi come in occasione della marcatura di Colombo. Fondamentale anche quando non è nella sua migliore serata. 

Kessié 6: meno brillante rispetto alle ultime uscite, ma la sua fisicità è determinante nei momenti  difficili della gara. 
Bennacer 6: da un giocatore con la sua qualità ci si aspetta una prestazione più ordinata e precisa. A volte la troppa generosità lo porta ad errori anche banali. (dal 35' st Tonali s.v)

Castillejo 6: un paio di diagonali difensive preziosissime, gestisce bene il giro palla ma conclude poco in porta. (dal 20'st Krunic 6: ha il merito di organizzare due contropiedi nel finale che meritavano migliore sorte) 

Calhanoglu 8: migliore in campo per distacco: toglie la paura al Milan pareggiando subito l'iniziale vantaggio di Junker. Ed è un gol bellissimo dal punto di vista stilistico. Disegna, con il tacco, l'assist di tacco per Colombo e realizzare la sua personale doppietta con un destro al volo di rara precisione. Cosa chiedere di più?

Saelemaekers 6,5; rispetto a Castilejo attacca di più la profondità e riesce ad andare anche al tiro. Solo un miracolo di  Sampsted sulla linea gli nega un gol che avrebbe ampiamente meritato.

Colombo 6,5: ha fisico, tecnica e senso del gol. Freddo sotto porta per la sua prima gioia europea, promette molto bene. Per movenze e rapidità di esecuzione assomiglia molto a Christian Vieri (dal 12' st D.Maldini 6: si danna l'anima per aiutare la squadra anche in fase di non possesso) 

Pioli 6: bene risultato e qualificazione, qualche dubbio sulla sostituzione di Colombo che ha privato il Milan dell'unico riferimento offensivo.

BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin 6,5; Sampsted 6,5(dal 37' st Solbakken), Lode 5, Moe 5,5, Björkan 6; Fet 6 (dal 20' st Kondrasen 6), Berg 6,5, Saltnes 5,5; Zinckernagel 5,5, Junker 6,5 (dall'44' st Boniface), Hauge 7,5 (qui il profilo e i numeri del gioiello classe 1999).