43
"L'unica gioia al mondo è cominciare" scriveva Cesare Pavese. E Cristian Brocchi non vede l'ora di iniziare la sua avventura sulla panchina del Milan. Domenica, a Marassi, sfiderà la Sampdoria di Vicenzo Montella, tecnico da sempre apprezzato dalla società rossonera per il bel gioco espresso dalle sue squadre, e proprio con il bel gioco dovrà cercare di meritarsi la conferma per la prossima stagione. "Il peggior Milan mai visto": così ha definito la squadra di Mihajlovic il presidente Silvio Berlusconi, che ha dato fiducia all'ex Primavera sperando di vedere, finalmente, una squadra capace di tenere il pallino del gioco.

PRECEDENTI CONVINCENTI - Sfida insidiosa quella di Genova per Brocchi (foto acmilan.com), che si aggrappa agli ultimi debutti dei tecnici che lo hanno preceduto. Già, perché l'ultimo rossonero a non vincere la prima è stato Terim, che pareggiò a Brescia. Da Ancelotti in poi solo vittorie: 3-0 con il Perugia il tecnico di Reggiolo, 2-1 a Siena per Leonardo, 4-0 al Lecce per Allegri, 3-1 con Tassotti allo Spezia, 1-0 di Seedorf col Verona, 3-0  per Inzaghi con la Lazio e 2-0 al Perugia per Mihajlovic. Per gli ultimi 3 non è finita bene. Non resta che cambiare la storia, mantenendo, però, intatto il passo d'avvio. E non trasformarlo già in quello d'addio