MILAN

Donnarumma 7: incamera un'altra prestazione di grande livello per festeggiare al meglio la sua presenza numero 150 con la maglia del Milan. Due parate superlative, sempre su Joao Pedro, di istinto e potenza.

Calabria 7: moto perpetuo lungo la sua corsia, arriva il cross con i tempi giusti. Su uno di questi, Paquetà trova il suo primo gol in rossonero. Certezza. (Dal 20 st' Conti 6: Gattuso gli concede minuti preziosi da mettere sulle gambe, lui risponde bene)

Musacchio 6: trascorre una serata tranquilla, gioca in maniera pulita ed essenziale.

Romagnoli 6: con Pavoletti ha spesso sofferto in passato, mette da parte il fioretto e usa la sciabola in diverse occasioni.

Rodriguez 6: si conferma positivo e attento in fase di copertura,  esegue diligentemente i compiti assegnatigli da Gattuso.

Kessie 6,5: tampona le offensive avversarie, dalla sua parte il Cagliari trova un muro invalicabile. Bravo nel ribaltare diverse situazioni, quando parte palla al piede risulta imprendibile. 

Bakayoko 6: si piazza davanti la difesa, pulisce diversi palloni senza strafare. 

Paquetà 7: impatto devastante con la sua nuova realtà. Diverte e si diverte co giocate mai banali, si fa sentire anche nei contrasti. Il Milan ha trovato un potenziale campione in grado di decidere una partita, Lucas il primo gol a San Siro con un bel sinistro al volo. 

Suso 6: dal suo sinistro nasce la prima marcatura del Milan. Sempre nel vivo del gioco, mezzo voto in meno per l'occasione fallita malamente nel finale.

Piatek 6,5: si prodiga in un lavoro prezioso in fase di non possesso, andando in pressing su tutti i difensori avversari. Ha due occasioni: una la spreca nel primo tempo, l'altra la realizza per il suo quarto gol con la maglia del Milan. Cecchino. (dal 20' st Cutrone 6: entra in campo con la giusta determinazione, meriterebbe di più)

Calhanoglu 6: gioca una buona partita dal punto di vista tecnico: duetta bene con Paquetà, cerca spesso Suso con degli ottimi cambi di gioco. E' anche molto sfortunato: Cragno gli nega la gioia del gol in due occasioni. (Dal 31' st Borini s.v)

All. Gattuso 7: trova tre punti importanti e anche un gioco propositivo che fa divertire il pubblico. CAGLIARI

Cragno 6: raccoglie tre palloni dal fondo della rete, è vero, ma evita un passivo già grande con due parate importanti. 

Srna 5,5: non riesce a farsi vedere in avanti. Con Calhanoglu e Paquetà passa una serata di grande sofferenza.

Ceppitelli 4,5: disastroso in diverse occasioni: è protagonista dell'autogol che porta in vantaggio il Milan, perde un pallone in area che per poco non costava il raddoppio. Nel finale manda in curva il gol della bandiera. 

Pisacane 5: prova a giocare d'anticipo su Piatek ma soccombe di fronte alla fisicità del polacco.

Pellegrini 6: desta ottime impressioni. Ottimo al cross e in fase di spinta, bene anche nell'uno contro uno con Suso.

Faragò 5: prova abulica, alza bandiera bianca sin dalle prime battute di gara. 

Ionita 5: Maran si aspetta da lui la fisicità necessaria sulla trequarti per limitare Bakayoko ma il moldavo delude ampiamente. (dal 31' st Desposov s.v)

Padoin 5,5:  fa molta fatica a contenere le scorribande di Kessie. Ha una buona occasione nel primo tempo ma viene 'murato' al momento del tiro a botta sicura. (dal 23' st Deiola 6: buona parte finale di gara)

Barella 5,5: buoni spunti in avvio, poi solo tanta confusione. 

Joao Pedro 6: il più pericoloso dei suoi, trova davanti a sé un grande Donnarumma che gli neutralizza due conclusioni sotto porta. (dal 35' st Bradaric s.v)

Pavoletti 5,5: servito poco e male, si sbatte nella morsa dei difensori avversari. 

All. Maran 5: il suo Cagliari è troppo arrendevole.