Due nomi, per il centrocampo. Due nomi spagnoli, due nomi che calcisticamente parlano catalano. Cesc Fabregas e Denis Suarez. Il primo catalano di Arenys de Mar, il secondo galiziano di Salceda de Caselas, entrambi pieni di qualità, di input blaugrana. E finiti nel mirino del Milan. Diversi, per caratteristiche e per anagrafe, ugualmente utili, però, per la causa rossonera, con Gattuso che è alla ricerca di rinforzi che possano innalzare il livello tecnico in un reparto che deve fare a meno di Lucas Biglia e, soprattutto, di Giacomo Bonaventura. Due nomi, due strategie: eccole. 

IL PREFERITO - Piace, a Gattuso, Cesc Fabregas. In scadenza di contratto con il Chelsea nel 2019, vuole giocare di più, come dichiarato in settimana dopo la vittoria in Europa League sul PAOK. Per lasciarlo partire ora, i Blues chiedono 12 milioni di euro; il Milan vuole spenderne molti di meno, visto che in estate può arrivare gratis (e c'è la Uefa che controlla le operazioni milaniste...). Ma a gennaio verrà fatto un tentativo per vestirlo subito di rossonero. E' lui il preferito. 

L'ALTERNATIVA - Denis Suarez è l'alternativa. Fuori dai piani di Valverde al Barcellona, in scadenza nel 2020, è seguito da tempo dagli osservatori milanisti. Nessun trasferimento a titolo definitivo, però, per il classe '94: l'idea è quella di chiederlo in prestito. Priorità, però, all'esperto Fabregas. E' lui la prima scelta del Milan. E di Gattuso. 

@AngeTaglieri88