Buona la prima di Brocchi sulla panchina del Milan e già qualche segnale positivo arriva dai giocatori, su tutti Mario Balotelli: l'attaccante era stato caricato di responsabilità alla vigilia dal neo allenatore rossonero e ha risposto sul campo con un'altra prestazione all'altezza dopo quella sfoderata contro la Juventus.

QUALITA' E ATTEGGIAMENTO GIUSTO - "Mario è stato fantastico, gli è mancato solo il gol". Il commento a fine partita di Brocchi non lascia dubbi: convinto pienamente l'allenatore, ma la prova di questa sera lascia più che soddisfatti anche i tifosi e la società. La partita contro la Sampdoria è ottima sul piano tecnico, Balotelli non sbaglia mai la giocata, si propone costantemente e trova molti preziosissimi falli, ma soprattutto è superlativa sul piano dell'atteggiamento, il suo limite storico. Balo è sempre concentrato, disposto al sacrificio come testimonia il lungo recupero su Dodò nel primo tempo, ed evita polemiche con arbitri e avversari: emblematico il suo comportamento in occasione dell'accenno di rissa tra Poli e De Silvestri nella ripresa, sfrutta la sua stazza e la sua presenza non per esasperare la situazione come in passato ma per calmare le acque. E poi esulta al gol di Bacca, anche questo segno di una serenità emotiva ritrovata o meglio scoperta visti gli ultimi anni. Gli manca solo il gol appunto, ma un attaccante può incidere sulla partita in tanti altri modi: contro la Juventus un assist, oggi tanto lavoro sporco.

DUE MATTONI, AVANTI COSI' - Balotelli sembra dunque aver trovato la strada giusta, ma ora non può fermarsi: due mattoni importanti sono stati messi, mancano però altre 6 partite per convincere i più scettici e soprattutto convincere il Milan a puntare ancora su di lui la prossima stagione. Il Liverpool lo ha scaricato, il ritorno nella Merseyside sarebbe solo di passaggio, e lui vuole ardentemente conquistarsi definitivamente i colori rossoneri e scrollarsi di dosso l'etichetta di promessa eternamente incompiuta. Una rondine non fa primavera si diceva dopo la Juventus, due indizi però fanno una prova e timidamente tra i tifosi comincia a riaffiorare quella pazza idea finora sempre disattesa: Balotelli fa il salto di qualità, e se fosse la volta buona?

SUL FUTURO - Ecco le dichiarazioni sul suo futuro, rilasciate dal 45 a fine partita a Mediaset: "Voglio restare al Milan, perchè al Liverpool non mi sono trovato bene e non ci voglio tornare. Sto cercando di giocare bene per convincerli a tenermi".

SPUNTA IL MONACO - C'è una nuova pista per il futuro di Mario Balotelli. Secondo il francese Canal Plus c'è l'interessamento del Monaco. L'emittente parla anche di un incontro tra lo stesso Balotelli con Rybolovlev del Monaco. Se il Milan deciderà di non tenerlo, Mario valuterà altre strade.


Twitter: @Albri_Fede90