Calciomercato.com

Milan, contro il Dortmund è decisiva. Senza Leao, Pioli studia il cambio modulo

Milan, contro il Dortmund è decisiva. Senza Leao, Pioli studia il cambio modulo

  • G. Stragapede e D. Longo
  • 88
Un lungo respiro. Il successo ottenuto dal Milan di Stefano Pioli ha restituito un minimo di sorriso e tranquillità alla formazione rossonera, tornata alla vittoria contro la Fiorentina, dopo aver registrato uno score di 2 pareggi e 2 sconfitte nei precedenti 4 turni in Serie A. Sofferti quanto importanti, i tre punti concedono serenità al club di via Aldo Rossi che, da quest’oggi, ha incominciato la preparazione fisico-mentale in vista del fondamentale impegno di Champions League contro il Borussia Dortmund, sfida decisiva per il cammino europeo dei rossoneri e per mantenere viva la possibilità di raggiungere l’Inter, come seconda qualificata al Mondiale per Club 2025.

LEAO NON CI SARA’ – Partiamo dalle note dolenti per puntare il mirino e focalizzarsi sulla partita di martedì sera. Rafael Leao sarà il grande assente dell’incontro di San Siro. Il numero 10 rossonero non ha ancora smaltito l’infortunio occorsogli contro il Lecce, non recuperando dalla lesione di primo grado del bicipite femorale della coscia destra. Il percorso proseguirà con estrema cautela, per avere a disposizione il portoghese dal prossimo mese. Nemmeno Simon Kjaer farà parte della lista dei convocati: i problemi fisici non stanno abbandonano l’esperto centrale, il quale sta proseguendo il suo programma personalizzato per tornare a essere a disposizione di Stefano Pioli.

CAMBIO TATTICO – Passiamo alle note positive. Ruben Loftus-Cheek è tornato a solcare il prato verde del Meazza, durante la sfida di ieri sera contro la Fiorentina. Il giocatore inglese sarà centrale nell’ipotesi tattica che il tecnico rossonero sta studiando per scardinare il muro giallonero. L’ex Chelsea, infatti, come Bennacer fu l’anno scorso, sarà il collante da centrocampo e attacco, ritagliandosi spazio sulla trequarti in fase offensiva e tornando a svolgere i compiti della mezzala, quando il possesso palla sarà in mano ai tedeschi. Complice anche la squalifica di Musah, Krunic affiancherà Reijnders in mediana, dando maggior libertà al numero 8, pronto a riprendersi una maglia da titolare al posto di Pobega. L’assenza di Leao sarà compensata da Pulisic e Chukwueze, mentre Olivier Giroud (squalificato ancora per un turno in campionato) si riprenderà il ruolo da protagonista al centro dell’attacco. Un 4-3-3, dunque, che si modificherà in 4-2-3-1 in fase di transizione. In difesa, confermato il classico quartetto composta da Calabria, Thiaw, Tomori e Theo Hernandez, davanti a Maignan.

E CAMARDA? - Non ci sarà, invece, il più giovane debuttante della storia della Serie A Francesco Camarda contro i vice campioni di Germania. Perché in Champions League, oltre a dover essere presente nella lista consegnata, serve aver compiuto 16 anni e avere un contratto da professionista con il proprio club. Il classe 2008 si allenerà, nei prossimi due giorni, nuovamente con la Primavera di Ignazio Abate, seppur squalificato e quindi indisponibile per la Youth League.

LA PROBABILE FORMAZIONE – MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Thiaw,Tomori, Theo; Krunic, Reijnders; Chukweuze, Loftus-Cheek, Pulisic; Giroud. All. Pioli

Altre notizie