78
E’ il secondo miglior realizzatore della Francia con 44 gol, solo 7 in meno di un certo Henry. Ha vinto una Europa League con il Chelsea e un Mondiale nel 2018. Olivier Giroud fa rima con affidabilità, un centravanti buono per tutte le stagioni. Ci pensa concretamente il Milan che è alla ricerca di un vice-Ibrahimovic.
TRA CONTATTI E RICHIESTA - Frederic Massara e Paolo Maldini sono sulle tracce di Olivier Giroud da fine gennaio. Si informano sulla situazione, consapevoli che l’addio al Chelsea è sempre più vicino. I Blues hanno preso la decisione di non rinnovare il contratto in scadenza tra quaranta giorni. Allo stato attuale il Milan non ha ancora formulato un'offerta concreta, le attenzioni sono tutte rivolte alla partita che vale una stagione come quella di domenica a Bergamo contro l’Atalanta. Ma il nome del centravanti classe 1986 è nella prima posizioni nella lista della spesa rossonera. Per convincerlo servirà un biennale da almeno 3,5 milioni di euro a stagione.

Ascolta "Milan, doppia insidia italiana per Giroud: la vera cifra chiesta dal francese" su Spreaker.

DOPPIA INSIDIA - Giroud ha sfiorato l’Italia almeno due volte: una nell’estate del 2020 quando è stato vicinissimo all’Inter, un’altra nello scorso gennaio quando Juventus e Roma avevamo sondato il terreno con il suo entourage. E proprio l’opzione giallorossa potrebbe ripresentarsi a stretto giro di posta. José Mourinho è un grande estimatore di Olivier, non sono esclusi contatti nelle prossime ore. L’Italia nel destino, questa volta potrebbe essere quella buona per Giroud.