90
Tutte su Stefano Pioli. Lo scorso anno si è dimesso dalla Fiorentina, ora è sul taccuino di tre club in difficoltà: Sampdoria, Genoa e Milan. Il Doria ha ufficializzato la rescissione consensuale con Eusebio Di Francesco, il Grifone sta facendo le sue valutazioni, il Diavolo aveva scelto Luciano Spalletti ma valuta il tecnico parmense come prima alternativa, viste le difficoltà tra l'allenatore di Certaldo e l'Inter. E se dovessero spuntarla i rossoneri, in questa corsa a tre per accaparrarsi Pioli, ci sarebbero delle conseguenze per gli altri due club interessati. 

NOMI SAMP - Samp e Genoa, infatti, sono state messe in stand-by da Stefano Pioli, in attesa, appunto, del Milan. E i club liguri cosa fanno? I blucerchiati, senza allenatore, studiano altri nomi, pensano alle alternative: spuntano i nomi dell'ex ct dell'Albania Gianni De Biasi, dello specialista in salvezze Beppe Iachini e dell'ex allenatore dell'Italia Under 21 Gigi Di Biagio, ancora alla ricerca della prima esperienza in una squadra di club. E il Genoa

SCELTA GENOA - Il Genoa un allenatore ce l'ha, visto che non ha ancora esonerato Aurelio Andreazzoli (a differenza della Samp), visto che non ha ancora sfiduciato pubblicamente l'ex Empoli (come fatto invece dal Milan con Giampaolo): la scelta era Pioli, ma se davvero l'ex viola dovesse abbracciare la sfida milanista ecco che Preziosi potrebbe restare con il suo attuale tecnico. Che ha perso l'ultima contro Giampaolo. Ma rischia di restare. Mentre l'altro è destinato ad andarsene.