107
Il mercato del Milan è fermo agli arrivi a parametro zero di Agazzi, Alex e Menez. Prima di poter mettere a segno i veri colpi, i rossoneri devono operare in uscita, dove sono previste almeno un paio di cessioni eccellenti. 

WENGER DICE NO A BALOTELLI - Il fallimento al Mondiale in Brasile non incentiva grosse offerte per Mario Balotelli. Il centravanti della Nazionale viene dato sempre nel mirino di Monaco (soprattutto se andasse via Falcao) e Arsenal, che però si sta muovendo anche su altri attaccanti come il cileno Alexis Sanchez del Barcellona, lo spagnolo Morata del Real Madrid (già trattato dalla Juventus) e il croato Mandzukic del Bayern Monaco, che tanto piace pure ai rossoneri. Il tecnico dell'Arsenal, Wenger ha dichiarato a BeIN Sport: "Non è vero che siamo interessati a Balotelli, certe voci di mercato vengono messe in giro dagli agenti dei giocatori per far aumentare il prezzo". 

KAKA' SI PRESENTA AL RADUNO? - Chi invece il Mondiale non l'ha nemmeno giocato è Kakà. Il brasiliano fa il tifo per la Seleçao, in attesa di conoscere il proprio futuro. Sembrava fatta per il suo ritorno in patria al San Paolo via Orlando City, ma problemi economici legati al suo ingaggio stanno frenando la trattativa, tanto che il padre-agente di Kakà ha fatto sapere a Galliani che suo figlio è pronto a presentarsi il 9 luglio a Milanello per il ritiro pre-campionato. Il vicepresidente del San Paolo, Ataide Gil Guerreiro ha dichiarato a ESPN: "Abbiamo fatto la nostra offerta e non la cambieremo, anche se l'Orlando City ci ha chiesto più soldi. Se non accettano la nostra proposta, Kakà non arriverà. Credo che aspetteranno fino a venerdì, ma sicuramente stanno trattando anche con altre squadre". 

ITURBE o CERCI - Se restasse Kakà, mister Inzaghi dovrà rispolverare il modulo 4-3-1-2 col trequartista, accantonando l'idea del tridente in attacco. Di conseguenza il Milan rischia di perdere il treno per Iturbe, conteso da Juventus e Roma, che se non riesce a prenderlo può riportare nella capitale Cerci dal Torino, un altro obiettivo di mercato del Milan, ovviamente in alternativa al giovane talento argentino del Verona.