Commenta per primo

Il Milan torna a pensare a Paulo Henrique detto Ganso. L'Oca del Santos e della nazionale brasiliana, che dal gennaio 2011 strizza l'occhiolino ai dirigenti rossoneri, ricambiato. Ieri Adriano Galliani era a Monaco di Baviera a seguire la finale di Champions League, ma non è passato inosservato l'arrivo a Milano di Tiago Ferro, presidente della Sonda, il fondo che detiene il 55% del cartellino del calciatore brasiliano. Venerdì sera Ferro avrebbe cenato con Gaetano e Dario Paolillo, i due agenti Fifa deputati a curare il mercato italiano per l'asso verde-oro.

Che c'entra il Milan? Semplice, nelle prossime ore e probabilmente domani, Adriano Galliani incontrerà di nuovo Tiago Ferro, come successe poco più di un anno fa. L'ad rossonero potrà così ricevere tutte le informazioni del caso su Ganso, che da poco ha iniziato la stagione con il Santos. Per esempio il prezzo, che ora dovrebbe oscillare tra i 18 e i 20 milioni. E la disponibilità del Peixe a trattare uno scambio con Robinho, voglioso di tornare a San Paolo. Binho potrebbe essere l'uomo immagine del Centenario del Santos. C'è un unico ostacolo al suo ritorno in Brasile: i 6 milioni di euro d'ingaggio all'anno. Forse un po' troppo per le casse del Peixe, già svuotate in precedenza per trattenere il gioiellino Neymar...