72
A Yacine Adli serviva, e serve, una scintilla per dare il là alla sua stagione al Milan. Il franco-algerino è stato finora una sorta di oggetto misterioso nella squadra di Pioli. Arrivato con squilli di trombe e protagonista di un incoraggiante precampionato, poi è sparito quando si è iniziato a fare sul serio. L’allenatore emiliano non si è mai fidato troppo di lui e l’ha relegato al ruolo di comprimario. Ora però che i big sono ancora impegnati ai Mondiali e che si scaldano i motori per la ripartenza a gennaio, il ventiduenne di Vitry-sur-Seine è riapparso.

GOL - Lo ha fatto a suo modo, con un gol che solo un giocatore di alto livello può permettersi. Certo, si trattava della prima sgambata dopo una lunga sosta, e l’avversario era ‘solo’ il Lumezzane, eppure la rete di Adli si è lasciata guardare. Al 50’, con un’iniziativa personale, ha messo a sedere tre avversari e depositato in rete di destro un gol che può essere una ripartenza o forse un nuovo inizio. I milanisti hanno rivisto quel trequartista che aveva incantato in estate con uno stile e un flow tutto suo. Il comune denominatore è che sia nel pre-campionato che in questa inusuale pausa le gare contavano poco e i ritmi erano bassi, condizioni in cui Adli pare per ora trovarsi meglio. Quando si è iniziato ad aumentare la velocità delle giocate, quando il pressing avversario è stato più feroce e c’è stato meno tempo per pensare alla mossa giusta da fare in campo, allora l’ex Bordeaux è andato in difficoltà.
FUTURO - Chiuso sulla trequarti e non ancora ritenuto pronto per giocare in mediana, Adli è parso un pesce fuor d’acqua in questa prima parte della stagione: non è un caso che abbia collezionato solo 4 presenze per un totale di 114 minuti. Con il Lumezzane, Pioli ha dato ampio spazio agli esperimenti. I suoi si sono messi in campo con un fluido 352 in cui il franco-algerino ha agito sulla fascia destra, una soluzione nuova per lui. Da casa Milan continua a trapelare fiducia nelle sue capacità e nel fatto che possa tornare utile ma, se il giocatore chiedesse di giocare di più, allora potrebbe essere accontentato. La società, che lo aveva bloccato un anno fa nel mercato di gennaio per poi farlo arrivare a giugno, sta facendo delle valutazioni per il suo futuro. I rossoneri preferirebbero che restasse a Milanello dove potrebbe crescere allenandosi con i campioni d’Italia in carica ma è chiaro che il giocatore possa volere più minuti. Sono ancora tanti i suoi estimatori in Francia ma, nel caso, Maldini e Massara preferirebbero tenerlo in Serie A dove piace soprattutto a Cremonese, Torino e Sampdoria. L’ultima sua immagine prima di quella del gol di oggi era una storia, postata su Instagram da Thiaw, in cui lo si vedeva allenarsi e sfogarsi contro un pungiball. Come a dire che Adli fosse pronto a lottare per tenersi un posto al Milan. Il gol è il secondo indizio, per gennaio Pioli potrebbe trovarsi in casa un nuovo acquisto.
 



Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN con 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva ora il tuo abbonamento.