160
Milan-Inter è il match di cartello della quarto giornata del campionato di Serie A. Il derby di San Siro sarà diretto dall’arbitro Doveri, mentre i suoi assistenti sono Ranghetti e Lo Cicero; addetto al Var è Irrati. Calciomercato.com vi racconterà in tempo reale gli episodi da moviola più importanti della partita.

MILAN – INTER Sabato 21/09 h. 20.45
DOVERI
RANGHETTI – LO CICERO 
IV: MARESCA  
VAR: IRRATI 
AVAR: CARBONE

82’ - Ammonito D’Ambrosio per un intervento in netto ritardo ai danni di Theo Hernandez. Corretta la decisione dell’arbitro Doveri.

56’ - I giocatori del Milan protestano per un presunto tocco di mano di Skriniar nell’area dell’Inter, ma il difensore nerazzurro colpisce il pallone prima di testa e poi con la coscia e non col braccio.

49’ - L'Inter è in vantaggio. Punizione corta di Sensi per Brozovic che calcia a rete, Leao devia e il pallone entra in rete. Il guardalinee alza la bandierina per segnalare il fuorigioco di Lautaro Martinez nell'azione del gol. L'arbitro viene richiamato dal Var e dopo aver rivisto l'episodio assegna la rete: Lautaro Martinez non va neanche vicino a sfiorare il pallone e non disturba minimamente la visuale di Donnarumma. 

48' - Ammonito Conti. Brutto intervento in scivolata da dietro del terzino del Milan ai danni di Sensi. Corretta la chiamata dell'arbitro Doveri.

35’ - Rovesciata di D’Ambrosio che colpisce il pallone con lo stinco verso la porta, Donnarumma respinge e Lautaro Martinez segna. Doveri e il Var annullano il gol per la posizione di fuorigioco di D'Ambrosio sul primo cross e non di Lautaro Martinez.

29' - Biglia perde il pallone e trattiene lo stesso col braccio al momento della caduta. L'arbitro Doveri lo richiama verbalmente, ma non estrae il giallo perché non ha interrotto un'azione pericolosa. Decisione corretta.

23' - Il Milan va in vantaggio con Calhanoglu, ma il gioco era già fermo. L'arbitro Doveri aveva fischiato per un tocco di mano di Kessie su rilancio di Asamoah. Fischio dubbio perché la mano è attaccata al corpo, ma in ogni caso il gioco era già fermo quando Calhanoglu ha calciato a rete. In questo frangente l'arbitro avrebbe dovuto aspettare a fischiare, perché il Var non sarebbe potuto intervenire.