Calciomercato.com

Milan, intermediario Taremi: 'Mehdi li aveva avvisati, ma per due mesi hanno parlato con la persona sbagliata'

Milan, intermediario Taremi: 'Mehdi li aveva avvisati, ma per due mesi hanno parlato con la persona sbagliata'

  • Redazione CM
  • 313
Pedro Pinho, procuratore vicino al presidente del Porto Pinto Da Costa e intermediario per l'operazione che avrebbe dovuto portare Mehdi Taremi al Milan nelle ultime ore di calciomercato, ha rilasciato un'intervista a Record, quotidiano portoghese: 

“Il Milan non ha mai avuto contatti con me. Il giocatore li aveva avvertiti che stavano parlando con l'agente sbagliato ma la cosa è andata avanti così per 2 mesi. L'ingaggio proposto a Taremi, circa 1,5 milioni, secondo noi è molto lontano dagli standard del Milan e non era in linea con le aspettative del giocatore. Inoltre non si è mai arrivati ​​nemmeno a parlare di commissioni”. 

LA RABBIA DEI MILANISTI - I tifosi del Milan si sono scagliati contro Pinho per via della brusca frenata della trattativa: "Dopo l'accordo tra i club, il Milan si è messo in contatto con Taremi che ha ribadito chi sono i suoi rappresentanti. Il Milan, anche dopo quel momento, ha continuato a parlare con gli agenti sbagliati, ancora non so perché lo abbiano fatto. Non c'è nessun club al mondo che indichi o scelga chi rappresenta i giocatori. Forse cercano un capro espiatorio per giustificare il mancato acquisto del giocatore".

Altre notizie