14
La formula del prestito con diritto di riscatto va sempre più di moda sul calciomercato in tempi di crisi economica, ma il rovescio della medaglia può rivelarsi una pericolosa arma a doppio taglio. Ad esempio analizziamo i casi del Milan

RAMI e TAARABT - Dopo averli presi a gennaio da Valencia e Fulham via QPR, Galliani ha già chiesto lo sconto per rilevare a titolo definitivo i cartellini di Rami e Taarabt, sperando di risparmiare qualcosa rispetto ai 15 milioni previsti in totale dai rispettivi diritti di riscatto. In particolare il Valencia non avrebbe preso benissimo questa mossa, anzi secondo il Daily Mail ha offerto il 28enne difensore franco-marocchino Rami al Manchester United, alla ricerca di un erede di Vidic che ha già firmato con l'Inter

MATRI e NOCERINO - Sempre nello scorso gennaio il Milan ha utilizzato la stessa formula anche sul mercato in uscita. Il centrocampista Nocerino è emigrato in Inghilterra al West Ham, dove ha detto di voler rimanere, mentre il giovane francese Niang è tornato in patria al Montpellier. Un altro attaccante, Matri è passato alla Fiorentina, che invece non sembra intenzionata a riscattarlo. La soluzione può arrivare grazie all'ex allenatore rossonero Allegri che, dopo averlo portato al Milan dalla Juve, nella prossima stagione potrebbe chiedergli di seguirlo in Premier League in caso di approdo sulla panchina del Tottenham.