Commenta per primo

'Ero a Barcellona a vedere la sfida di Champions contro il Milan, e fin dalle prime battute si era capito che sarebbe stata una brutta serata per i colori rossoneri, ma non pensavo fino a quel punto. Lo svarione di Mascherano è stato grosso, e lì Niang avrebbe dovuto punirli, ma è stato sfortunato. E' passata la squadra più forte, le regole del calcio sono state rispettate, a differenza di quanto accaduto con il Chelsea l'anno scorso. Non mi aspettavo all'andata un Barcellona così spento, evidentemente la squadra di Vilanova al ritorno ha recuperato le energie fisiche e nervose’. Così l'ex centrocampista rossonero Stefano Eranio, ospite ai microfoni di Radio Toscana.

'Mi auguro che il Milan, a parte la vittoria sul Palermo, non sia influenzato in campionato dalla sconfitta in Champions - afferma Eranio -. Tanto di capello al lavoro di Allegri, perché sta facendo vedere la sua mano su una squadra molto giovane. Proprio i giovani forse potrebbero subire un leggero contraccolpo. Il Genoa? Nonostante la sconfitta con la Fiorentina, Ballardini sta lavorando bene, la società ha preso giocatori di grande spessore. Peccato perché ultimamente ha ottenuto poco rispetto a quello che ha dimostrato di valere sul campo. Il centrocampo della Fiorentina? Sono un allenatore, so cosa vuol dire avere della gente che sa trattare la palla. Il Barcellona ha dimostrato che non serve la forza fisica per farla da padroni. La Fiorentina ci ha visto lungo, ha trovato un allenatore che viene dal settore giovanile e fa giocare la squadra in maniera impeccabile, predilegendo il gioco tecnico alla forza'