156
Tra Milano e Madrid. Filo diretto ma priorità alle cessioni, lo ha ribadito Paolo Maldini a conferma che al momento bisogna pensare a liberare numericamente posti in rosa poi qualcos'altro arriverà dal mercato per il nuovo Milan. Il dialogo con il Real Madrid è continuo e positivo da giugno scorso, figlio del rapporto ottimo instaurato da anni tra Maldini e Boban coi dirigenti delle merengues; ebbene, dopo Theo Hernandez è spuntato il nome di Luka Jovic su cui il Milan non si è scaldato, anzi. Non è una valutazione tecnica perché naturalmente l'ex Eintracht piace moltissimo; ma i rossoneri hanno ribadito che non valorizzano giocatori di altri club e non fanno acquisti in prestito secco, niente da fare. Ecco perché il discorso non è mai decollato né stato in piedi.


SEGNALI A CORREA - La priorità per il Milan rimane ancora e sempre Angel Correa come obiettivo numero uno. Una trattativa lunghissima perché è diventata questione di principio: l'Atlético Madrid vuole i soldi promessi che toccano quota 50 milioni garantiti, il Milan rimane sulla valutazione di 40 milioni e valuta un rilancio da giorni. In queste ore, all'agente dell'argentino è stato ribadito di rimanere in Europa pronto per ogni spostamento perché il Milan intende insistere su Angelito. Nessuna frenata, l'intenzione di provarci ancora per ammorbidire l'Atlético che aspetta di capire se ci sarà un rilancio. Insomma, Maldini tiene calda la pista Correa e avvisa ancora il suo procuratore. Lavori in corso...

Ascolta "Milan: la verità su Jovic e l'altro avviso della dirigenza all'entourage di Correa" su Spreaker.