83
Vincere e convincere, questa la missione di Gattuso contro la Spal per cercare di rimanere in sella al Milan. La colpa di questa situazione  negativa non sarà certamente solo del tecnico, considerando che la rosa ha dei limiti strutturali evidenti e le alternative non sono all'altezza dei titolari. Ma a pagare, come spesso accade nel mondo del calcio, è solo l'allenatore e di questo Rino ne è consapevole.

SPUNTA JARDIM - Il candidato forte di Ivan Gazidis, per un eventuale avvicendamento, resta Arsene Wenger. Ci sono, però, degli ostacoli: dall'alto ingaggio alla richiesta di avere un peso determinante sulle scelte di mercato. Ecco perché la candidatura dell'alsaziano è viva ma non può essere considerata in pole. In lista resta anche Donadoni, ben visto da una grande fetta della tifoseria e con l'esperienza giusta per cercare di risollevare la squadra. Nelle ultime ore Jorge Mendes ha proposto al Milan Leonardo Jardim, il tecnico dei miracoli con il Monaco. Profilo di respiro internazionale, abilità nel lanciare e valorizzare i giovani: tutte caratteristiche in linea con il progetto che Elliott vuole portare avanti per il futuro. Per adesso è solo un outsider, ma da tenere nella giusta considerazione.