273
Prima l'inserimento del Psg nella trattativa per Renato Sanches e poi la notizia del budget per la campagna estiva pari 45/50 milioni di euro. Non sono giorni facili per il Milan e i suoi tifosi, che già pregustavano l'arrivo del centrocampista portoghese di proprietà del Lille e auspicavano probabilmente maggiori risorse per operare sul mercato. Budget che potrebbe aumentare grazie alle cessioni, anche se al momento è difficile immaginare chi tra i giocatori del Milan possa portare un tesoretto. L'eccezione si chiama Rafael Leao, perché il classe 1999 di estimatori importanti ne ha anche se l'idea a casa Milan non è certo quella di sacrificarlo.
QUESTIONE RINNOVO - Come raccontato nei giorni scorsi da Calciomercato.com, il rinnovo di contratto per il numero 17 è stato rimandato per due questioni; il cambio di proprietà con la situazione di Paolo Maldini e Frederic Massara, che sono ancora a scadenza di contratto (anche se nei prossimi giorni dovrebbe esserci la firma) e la multa da 16,5 milioni di euro che il giocatore deve pagare allo Sporting Lisbona in merito al trasferimento al Lille nel 2018. "Non mi occupo di cessioni, non voglio fare invasioni di campo. Leao è certamente una pedina preziosa, ma il Milan ha dimostrato di saper fare delle sostituzioni piuttosto incredibili", queste le parole espresse in giornata da Paolo Scaroni sulla situazione dell'attaccante portoghese. I tifosi del Milan però possono stare tranquilli, almeno su questo fronte, perché le affermazioni del presidente sono più un modo per elogiare i dirigenti del club piuttosto che allontanare il giocatore da Milano. Rafael vuole restare nella squadra con cui meno di un mese fa ha festeggiato lo scudetto. Per ripetersi, il Milan dovrà sfruttare al meglio quei 45/50 milioni a disposizione sul mercato, anche perché difficilmente aumenteranno tramite le cessioni; tra queste, sicuramente non ci sarà quella di Leao.