35
Il Milan è fuori dall'Europa League. Dopo il ko contro il Manchester United, Stefano Pioli ha parlato così a Sky Sport della prestazione della squadra e non solo: "Dispiace per l'eliminazione, abbiamo giocato da grande entrambe le partite, dovevamo fare un gol nel primo tempo oggi, credo la squadra meritasse. Stiamo parlando dello United, una squadra molto forte che è arrivata in semifinale, ha fatto il girone di Champions League, due settimane fa ha vinto 2-0 col City. Ci sono i nostri meriti nelle due prestazioni. Nei due gol subiti sono stati più i nostri demeriti che le loro qualità. Mi diventa difficile rimproverare qualcosa ai miei, ci hanno messo tutto davvero".

ASSENZE - "Chiaro, mi auguravo di arrivare a queste due sfide con tutti. Mi auguravo di averli, ma il momento è delicato. I cambi ci potevano dare una mano se avessimo avuto Mandzukic o Rebic o Leao. Ma ho visto due ottime prestazioni, ci è mancato poco. Ci farà crescere questa partita, dobbiamo continuare così, testa al campionato ora".

CORSA CHAMPIONS - "Niente ansia per la Champions, ma difficoltà si. Siamo cresciuti tanto e ora dobbiamo dimostrare ancora. Dobbiamo fare 11 partite con grande attenzione e spirito, abbiamo le qualità per farlo".
KESSIE - "Possiamo discuterne ancora del gol annullato a Kessie, ma non serve ora. Un peccato non aver segnato anche stasera, di occasioni ne abbiamo avute".

UNITED - "Ero contento di confrontarmi con una realtà importante del calcio inglese. Se guardo le due prestazioni dico che il nostro calcio si sta avvicinando".

GOL UNITED - "Meite non segue Bruno Fernandes, poi c'è stato quel contrasto in area, Pogba era libero ed è stato bravo lui poi con le sue qualità. Facile da qui, in campo ce ne sono pochi, a questi livelli è così. Pogba è stato più bravo di noi, dispiace per l'eliminazione".