55
Alla vigilia della sfida di Europa League in programma domani contro il Celtic, l'allenatore del Milan Stefano Pioli ha parlato così a Milan TV dopo il successo nel derby: “Il nostro percorso è cominciato l’anno scorso, si parla troppo facilmente di partite di svolta, per noi sono tutte importanti. Il derby lo era ancora di più, averlo vinto ci dà ancora ancora più consapevolezza e fiducia per il futuro. Abbiamo lavorato tanto per tornare in Europa ora vogliamo rimanerci, l’Europa League è una competizione importante. Abbiamo un girone molto equilibrato e competitivo, ci teniamo a cominciarlo bene".

NUOVI - "Dalot e Hauge sono giovani, hanno buonissime qualità, sono disponibili e pronti per giocare".

CALHANOGLU - "L’infortunio di Calhanoglu? Fanno parte del lavoro questi imprevisti, spiace per Hakan, ma ho la fortuna di avere tanti altri giocatori a disposizione e troveremo la soluzione migliore per sostituirlo". A Sky Sport, Pioli ha aggiunto: "Oggi stava un pochettino meglio. Non sarà della gara e dovremo analizzare la situazione giorno dopo giorno”.​
ASPETTATIVE - "È normale ci siano aspettative su di noi, la maglia è prestigiosa, siamo abituati a vincere in Italia e nel mondo. Dobbiamo reggere la pressione ed essere soddisfatti, ci sono ancora tanti esami da superare insieme. Si gioca sempre per cercare di vincere, ma ogni partita ha difficoltà, gli avversari sono sempre forti, ma noi possiamo vincere con compattezza e lavorando di squadra”.

IBRA - "La squadra sta bene, perché è la testa che comanda le gambe. Zlatan sta bene, così come i suoi compagni. E deciderò la formazione domani mattina”, ha aggiunto a Sky.

AJER - ​ "Lo avevamo seguito, sì, ma poi sono state fatte altre scelte e ora sono molto contento di chi c’è".