27
In una notte dove il Milan ha visto le streghe del passato, con il possibile rischio di una figura non bella contro una formazione volenterosa ma modesta come il Dudelange, spicca la prova offerta da Josè Mauri. Un ragazzo che non vedeva il campo dalla gara di andata, ma che, secondo quello che ha detto Gattuso nel post-partita, si allena con professionalità anche meglio dei compagni di squadra. E' entrato al 15' del secondo tempo, quasi a freddo, per sostituire l'incolore Bertolacci e ha guidato, con Calhanoglu, la squadra alla rimonta. Un quasi rigore procurato, una conclusione in porta disinnescata con fatica da Bonnefoi, tanta cattiveria agonistica nel recuperare palloni su palloni. Josè ha dato dimostrazione di essere un giocatore che può dare il suo contributo alla causa, anche più rispetto a diversi compagni. E' uscito tra gli applausi dei compagni che in questo ragazzo ancora giovane apprezzano lo spirito di appartenenza. Gattuso riflette, questo Mauri merita più spazio.