67
Nel Milan che deve ancora fare a meno di Zlatan Ibrahimovic e di Rafael Leao, tocca ancora ad Ante Rebic sostenere il peso dell'attacco. Sarà così domani sera a Marassi contro la Sampdoria, quando il 27enne croato sarà schierato da Stefano Pioli al centro del reparto offensivo nel 4-2-3-1 rossonero. 

PIOLI LO DIFENDE - In conferenza, Pioli ha difeso il suo attaccante, ancora a secco di gol in questa stagione (in 9 partite fra campionato ed Europa League) ma autore di tre assist giocando nella posizione di punta centrale: "Ha avuto un infortunio molto fastidioso per la dinamica e perché gli ha tolto la condizione. Sta comunque facendo bene. Giovedì si è mosso bene, ma non è stato servito altrettanto bene. L’importante è contribuire al successo di squadra e lui lo sta facendo bene".

A CACCIA DI GOL - A causa delle assenze sopracitate e per mancanza di vere alternative (ancora troppo acerbo il classe 2002 Lorenzo Colombo), il Milan deve giocoforza affidarsi a Rebic, per provare a conquistare a Genova la sua settima vittoria di fila esterna in Serie A e per continuare la fuga in testa alla classifica. La fiducia del club e di Pioli c'é: ora tocca all'ex Eintracht Francoforte ripagarla, magari con un gol pesante domani sera.