64
Galliani e il mercato dei parametri zero, un amore senza fine: con la crisi che corre e la nobiltà decaduta della nostra Serie A, tenere d’occhio gli affari a costo zero diventa una componente fondamentale nella costruzione di una squadra. Però questa è un’arma a doppio taglio e diventa disastrosa se abusata, come è accaduto al Milan, soprattutto nelle ultime annate. I primi acquisti della nuova stagione  sono arrivati con la medesima formula: Alex e Jeremy Menez, entrambi in scadenza col PSG  ed entrambi giunti a Milano a parametro zero, sembrano però due giocatori ancora in grado di dire la loro nel campionato italiano, e sono due rinforzi che faranno sicuramente comodo al nuovo Milan di Inzaghi. La novità delle ultime ore è però quella relativa all'interesse dimostrato dalla società di Via Aldo Rossi per un attaccante in procinto di svincolarsi dal Galatasaray: si tratta di Didier Drogba.

PIACE A BERLUSCONI - Il nome dell'ivoriano, dopo essere stato accostato negli ultimi tempi a Juventus e Inter, sarebbe tornato in auge anche per i rossoneri: Drogba infatti, attualmente in Brasile per i Mondiali con la Costa d'Avorio, lascerà sicuramente i turchi, ma non sa ancora dove giocherà la prossima stagione. L'idea di portare a Milano il 36enne africano sarebbe venuta a Galliani, per sostituire il quasi sicuro partente Balotelli, e avrebbe ricevuto l'avallo anche dal presidente Berlusconi, da sempre un grande estimatore dell'ex Chelsea.

DIPENDE TUTTO DA BALO - Già, Balotelli: sempre meno sicuro di restare a Milano, sempre meno scusato dai tifosi del Milan, che non vedono l'impegno necessario da parte del centravanti nemmeno nella Nazionale italiana, proprio come capitato diverse volte in stagione con i rossoneri. Mario piace molto a Wenger, e i contatti con l'Arsenal si stanno intensificando: con un'offerta di più di 25 milioni di euro, Raiola spingerebbe per la chiusura dell'affare. E allora serve un sostituto low cost in casa rossonera, visto che probabilmente i soldi guadagnati saranno investiti nell'acquisto di un esterno importante, e non di una punta, eventualità che escluderebbe l'arrivo di un giocatore come Mandzukic.

MATRI, PAZZINI E...DIDIER - Pippo Inzaghi, dovendo affrontare esclusivamente gli impegni di campionato nella prossima stagione, dovrebbe puntare su chi ha in casa per il ruolo di centravanti: Giampaolo Pazzini e il rientrante Alessandro Matri potrebbero rimanere dunque entrambi in rossonero, dato anche il mancato riscatto di Paloschi, lasciato al Chievo Verona. Ma rimpolpare l'attacco con un nome altisonante come quello di Didier Drogba potrebbe essere un colpo non da poco, sia per il valore tecnico sia per ridare entusiasmo ad un ambiente abbattuto dagli ultimi pessimi risultati. Il Milan è uno storico ammiratore dell'ex Chelsea, e chissà che l'affare non possa finalmente concretizzarsi.

CONTRATTO ANNUALE - L'idea del Diavolo è quella di proporre un contratto molto simile a quello pensato anche dalla Juventus: un contratto annuale da 2,5-3 milioni di euro, con l'opzione di rinnovo per un altro anno, in base alle presenze.