134
La sosta per le nazionali sta colpendo tanti club ma sta rincarando la dose sul Milan. Sono tanti i rossoneri acciaccati dopo la prima turnata di gare: lo stop che però preoccupa maggiormente il club è quello di Maignan. Il francese si è fermato nel match contro l’Austria per un problema al polpaccio (una lesione del muscolo gemello mediale) e sarà fuori per 30 o più giorni. I tempi di recupero in un primo momento parevano potersi assestare sulle 2/3 settimane ma il guaio fisico dell'ex Lille potrebbe dunque necessitare di più tempo per rientrare. Il portiere si sottoporrà ad altri esami per accertare la natura del suo infortunio ma, qualora fosse confermata questa diagnosi, i rossoneri dovranno correre ai ripari. Non rituffandosi sul mercato ovviamente, ma togliendo il giocatore dalla lista Champions per poter inserire Ciprian Tatarusanu.

SOSTITUTO
- Il romeno si trova, come nella passata stagione, ad essere catapultato all'improvviso tra i pali della squadra di Pioli. Senza Maignan per 9 partite da quando è arrivato a Milano, i rossoneri hanno raccolto cinque vittorie, due pareggi e solo due sconfitte. I suoi sostituti, Tatarusanu e Mirante, però hanno faticato a trovare minuti in queste due stagioni e dovranno gestirseli ora che il francese sarà ai box per un mese. Nel 2021/22 il ballottaggio l'ha vinto Tatarusanu. L'ex Fiorentina si è dimostrato affidabile e ha toccato il punto più alto della stagione quando ha parato un rigore nel derby a Lautaro Martinez in uno dei bivi decisivi della scorsa annata. Non sono comunque mancati errori. A Firenze, contro la sua ex squadra, Ciprian ha contribuito suo malgrado al gol del vantaggio dei padroni di casa. Su un corner, era uscito a vuoto, fallendo la presa e permettendo a Duncan di insaccare l'1-0. Nonostante le oltre 150 gare internazionali in carriera e le 14 in maglia Milan, quello che attende Tatarusanu sarà l'ennesimo banco di prova, cui dovrà rispondere presente. Non gioca dal 24 novembre 2021, dalla trasferta sul campo dell'Atletico Madrid. E per Pioli sarà fondamentale che, nonostante la lunga pausa, possa apportare subito il suo contributo.
LISTE - Il romeno era stato in un primo momento escluso dalla lista Champions per far posto a Maignan, Mirante, e al giovane Andreas Jungdal inserito in lista B. Ora la società sta valutando la sostituzione temporanea. Il regolamento Uefa permette alle squadre infatti, grazie all’articolo 46.2, di porre rimedio a un infortunio serio. Se un club avesse in lista solo due portieri e uno di questi dovesse per l’appunto fermarsi per un periodo superiore al mese, allo stesso club sarebbe dunque concesso di rimpiazzarlo. La sostituzione cui il Milan sta pensando durerebbe 30 giorni. Dopo aver saltato le due sfide al Chelsea in Europa e quelle con Juventus, Verona e Monza in Italia, Maignan potrebbe tornare in tempo per la Dinamo Zagabria contro cui i rossoneri giocheranno il 25 ottobre. Nella sua attesa, saranno ancora i guantoni di Tatarusanu a proteggere i pali del Milan.
 
 



Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN con 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva ora il tuo abbonamento.