132
Dopo il ko con il Liverpool e l'eliminazione dall'Europa il Milan ha già voltato pagina, i rossoneri sono concentrati sulla gara di campionato contro l'Udinese in programma domani sera per la 17a giornata di campionato. Serve una vittoria per ritrovare il sorriso e quella condizione che ha lanciato i rossoneri al primo posto in classifica. Di alcuni singoli in particolare. Pioli vuole risposte da quei giocatori che hanno avuto qualche prestazione sottotono.

IL CALO - Tra loro c'è anche Theo Hernandez: svogliato e disordinato contro il Liverpool, l'allenatore si aspetta di rivedere quel treno che fino a poche partite fa volava sulla fascia sinistra. Un treno sì, ma senza fermate. Un gol e cinque assist è lo score da inizio stagione, Pioli non ha mai rinunciato a lui chiedendo al terzino di fare gli straordinari da quella parte. Un tour de force frenato solo dalla positività al Covid che l'ha costretto a saltare tre partite (Verona, Bologna, Porto). Da quel momento in poi Theo è apparso un po' al di sotto delle sue potenzialità, ma adesso è arrivato il momento di tornare sui suoi livelli.
IL RINNOVO - Nel momento più importante della stagione serve il sostegno di un giocatore fondamentale per la squadra come Hernandez. Mai così brillante con il Milan, dopo un periodo un po' così l'allenatore lo rivuole al top. La società nel frattempo punta a blindarlo in rossonero: il contratto è in scadenza nel 2024 e il giocatore non ha nessuna intenzione di lasciare Milano, ma dal mercato sono arrivate diverse proposte e la dirigenza, per evitare rischi futuri, ha deciso di rivedere anche l'attuale ingaggio da 1,5 milioni di euro. L'idea è quella di allungare la scadenza per altre due stagioni portandola al 2026, alzando lo stipendio a 3,5 milioni più bonus.