28
Riccardo Bigon, direttore sportivo del Bologna, parla a Sky Sport prima della sfida contro il Parma: "Agitarsi serve a poco, lavoriamo e cerchiamo di fare le cose con la massima attenzione e serenità, mercati ne abbiamo fatti tanti. Ci sono nove nazionalità diverse titolari? Quella dell’internazionalità non è una strategia, non è una scelta di fondo, spesso puntare sugli italiani è preferibile. Questo è il mercato, è globalizzato in questo senso. Avere un mix tra giovani e meno giovani è il nostro obiettivo per dare alla squadra le potenzialità di creare il modo di crescere in casa". 

SUPRYAGA E TOMIYASU - "L’attaccante come abbiamo detto, abbiano fatto una proposta, la dinamo ha i preliminari di Champions e sta riflettendo. Noi aspettiamo l’evolversi della situazione, poi trovare un altro profilo con quelle caratteristiche di età e tecniche non è facile ma il mercato lascia spiragli. Difficile ma non si sa mai. Tomiyasu che piace al Milan? Non vorremmo cederlo, è chiaro che se arrivassero offerte clamorose le terremo in considerazione ed eventualmente trovare i sostituti. Non è facile".