137
L'esplosione di Theo Hernandez, acquisto estivo di Maldini, nelle ultime giornate sotto la gestione Giampaolo ha chiuso gli spazi per Ricardo Rodriguez. L'esonero del tecnico e l'arrivo di Pioli quindi una possibile svolta? "Perché non ho fatto tre partite non significa nulla, darò sempre il massimo per il Milan". Parola dello stesso terzino ex Wolfsburg, che dal ritiro della nazionale svizzera parla ad Aargauer Zeitung, non chiudendo a nessuna possibilità per il futuro e ribadendo la volontà di riconquistare spazio sul campo: "Tutto può sempre cambiare - spiega Rodriguez - Non posso dire come continuerà la mia carriera, ma posso dire di essere un giocatore che vuole giocare sempre".

SIRENE ESTERE - Nessun problema con il Milan, con la cui dirigenza resta ottimo in attesa di conoscere il nuovo tecnico Pioli, ma nulla è precluso per il futuro di Rodriguez, il cui nome resta sempre sul taccuino degli operatori di mercato. Gli interessamenti, d'altronde non mancano: oltre a Borussia Dortmund e Schalke 04, che lo avevano già sondato la scorsa estate e che potrebbero tornare alla carica nei prossimi mesi, secondo quanto appreso da Calciomercato.com anche l'Everton sta cercando un rinforzo per la corsia mancina e il profilo di Rodriguez è sulla lista degli esterni seguiti dai Toffees per gennaio. Dalla Bundesliga alla Premier, l'interesse per Rodriguez non cala ma è presto per il futuro: prima il Milan e l'approccio con Pioli, per riconquistare spazio sul campo con i rossoneri.