241
Un altro pareggio deludente proprio sul più bello. Se in linea generale ci può stare un pari a Torino, quando la posta in palio e le motivazioni sono così diverse ci si aspetta una prestazione decisamente migliore dal Milan. Gara complessivamente non all'altezza delle ambizioni che conferma le difficoltà là davanti: appena 4 reti nelle ultime 6 partite. Il problema non è Giroud, che non ha palle giocabili, ma è chi sta alle sue spalle: i vari Leao, Diaz, Saelemaekers e Messias. Il risultato di ieri per quanto visto in campo ci sta tutto, il Milan doveva fare di più, divorarsi il campo e prendersi i tre punti. Alcune volte però anche quando non meriti, riesci a vincere grazie a degli episodi. 

E ora apriamo un capitolo a parte: manca un rigore per l'intervento di Singo sulla schiena di Theo Hernandez. L'Inter con la Juve vince senza tirare mai in porta, ma con un penalty. Ieri il Milan avrebbe potuto fare lo stesso se l'arbitro avesse assegnato un rigore che c'era. Ai rossoneri tra l'altro manca da una vita il tiro dagli 11 metri. Pur non meritando di vincerla, la squadra di Pioli avrebbe potuto portare a casa i 3 punti e svoltare proprio come successo ai cugini dopo la gara con la Juve. I rigori se ci sono vanno dati e a questo punto gli episodi pesano tantissimo. Quest'anno al Milan, purtroppo, dicono sempre male.