Gentile Procuratore,

non solo l'affare Modric non è andato in porto. Ora, addirittura, il Real Madrid vuole denunciare l'Inter per aver contattato il calciatore e avergli chiesto di cambiare squadra! Ma dov'è l'illecito? Lo fanno tutte le squadre ogni giorno! Se un direttore sportivo vuole ingaggiare un calciatore prova a convincere il calciatore direttamente o indirettamente, cioè attraverso il procuratore del calciatore stesso. Mi sembra davvero assurdo l'attacco del Real contro l'Inter! 
Giacomo di Trieste


Gentile Giacomo,

l'accusa del Real Madrid è riferita alla presunta violazione dell'art. 18, comma 3, del Regolamento FIFA
sullo status e sui trasferimenti dei calciatori, secondo cui "una società che intenda sottoscrivere un contratto con un professionista deve informare per iscritto la società di appartenenza del medesimo prima di intraprendere trattative con il professionista in questione". Il Real Madrid sostiene, infatti, che l'Inter avrebbe contattato il calciatore senza informare per iscritto la società di appartenenza. Sempre secondo il disposto FIFA sopra citato, "un professionista è libero di concludere un contratto con un'altra società a patto che il contratto con la sua attuale società sia scaduto o scada entro 6 mesi". Concludendo, il Real Madrid contesta all'Inter la violazione dell'art. 18 secondo il quale, infine, "eventuali violazioni al presente disposto saranno punite con le sanzioni appropriate". 

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: secondo voi l'Inter ha davvero contattato il calciatore Modric senza avvertire il Real Madrid? 

Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it