A Madrid c'è l'aria di una guerra di nervi. Di strategia, trincea, passo dopo passo senza poter sbagliare una mossa. Florentino Perez non nomina Luka Modric in conferenza stampa quando avrebbe potuto prendere definitivamente posizione; intanto, prende tempo sull'incontro diretto (che rimane misterioso) col giocatore e mantiene altissimo il muro del suo Real Madrid. Eppure Luka nelle ultime ore ha avuto nuovi contatti con la dirigenza del Madrid, anche tramite i suoi agenti presenti ancora in città: vuole l'Inter, lo ha ribadito ancora, segnale forte e chiaro che ha tranquillizzato Ausilio e tutti gli uomini nerazzurri. Modric non sta cedendo di un centimetro, Florentino intanto fa il suo gioco.

LA STRATEGIA - La strategia del Real è chiara: aspettare, sperare che Modric faccia un passo indietro di fronte al muro del presidente. Ma il croato spinge per far rispettare quel famoso gentleman agreement di mesi fa, libero di andare dove volesse al momento giusto; Perez attende perché confida nel poter placare Luka, magari con un ricco rinnovo. Intanto guadagna tempo anche per cercare un sostituto di Modric qualora dovesse davvero decidere di liberarlo destinazione Inter: a livello mediatico Florentino dovrebbe prendere prima un sostituto di assoluta qualità, solo in quel caso dare l'ok all'addio di Modric, in Spagna ne sono convinti. Ecco le varie strade dietro alla strategia attendista del presidente.

DISPETTI E INCONTRI - Proprio da Madrid rimbalza intanto la voce di un tentativo del Real per Mauro Icardi. Con tanto di dettagli: missione degli emissari a Roma per vedere l'Inter (dove non c'era alcun dirigente nerazzurro, tutti a cena insieme a Milano) e Wanda Nara (a Como con la famiglia) così da prospettare la volontà di pagare la clausola dell'argentino (scaduta al 15 luglio). Nessuna chance, anzi il sospetto fondato che sia un voler 'distubare' l'Inter vista la bufera che ha scatenato il caso Modric. Non ha funzionato. Tanto che Piero Ausilio con Gardini e tutti i dirigenti nerazzurri sarà a Madrid in queste ore per l'amichevole con l'Atlético, occasione buona anche per confrontarsi con gli agenti di Luka che sono in città da giorni: i rapporti restano ottimi, solidi, i segnali tutti in direzione Inter. Ma Ausilio non dovrà vedere il Real perché quella partita la gioca Modric, l'Inter può solo aspettare che il croato si liberi visto il braccio di ferro con Perez. Il caso si prolunga, la strategia d'attesa del Real porta a questo. Ma resta tutto più aperto che mai. 


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com.