97
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"" .

Il derby di Roma è in grado di innalzare chi lo vince e far sprofondare chi lo perde per tutta un'intera stagione. Figuriamoci poi se arriva un 3-0 senza storia con un gol su punizione che diventerà leggenda, per come è stato realizzato, da chi e per quello che significa: Lorenzo Pellegrini, romano e romanista doc, ha deciso di entrare nella storia della stracittadina capitolina dalla porta principale, come Totti, De Rossi e in precedenza altri campioni della Lupa

DA 'PEDRO' A PERDO, FINO ALLA MAGLIA SFOTTO' - Tanto che la rete realizzata nel derby, il 3-0 con un magistrale calcio piazzato, è subito diventata una maglia sfottò alla Lazio: sui social i romanisti scatenati hanno celebrato la creazione per commemorare la magia del capitano. Delirio puro, tra le esultanze dei tifosi romanisti e le prese in giro ai rivali di sempre, in tutta la città ma soprattutto in rete: dalla canzone della Carrà “Pedro”, diventata “Perdo" alla storica maglia celebrativa, creata dall'account twitter @artefatti.
LA TROVATA - Il numero 7 di Pellegrini, stilizzato in modo da rappresentare una traversa e un palo, con la palla sotto al sette, grazie all'aggiunta della sfera che si infila esattamente nell'angolo del numero. Per un derby che i giallorossi non dimenticheranno mai.

@AleDigio89