Commenta per primo
Riccardo Montolivo parla al Corriere della Sera dell'accoglienza riservatagli dal pubblico di Firenze domenica scorsa: "Cosa mi rimane? Forse un pizzico di amarezza. I fischi me li aspettavo, ma mi è dispiaciuto essere accolto così. Nella Fiorentina ho trascorso sette anni, ho dato tutto quello che avevo, ho vissuto anche stagioni esaltanti, sono stato capitano. Ora però guardo avanti, sono un giocatore del Milan e la storia con la Fiorentina è finita. Al Milan mi sento realizzato? Sì. A Firenze mi sono sentito importante però quando riesci ad avere continuità di impiego nel Milan c'è più soddisfazione".