33
Sembrava tutto fatto, con tanto di visite mediche già programmate. E invece il futuro di Nicolò Casale non sarà al Monza, almeno non per il momento. Nonostante l'accordo trovato ieri tra brianzoli e il Verona, nonostante la corte di un dirigente esperto come Adriano Galliani, il difensore classe '98 ha deciso di rifiutare la corte della squadra neopromossa in Serie A. E di restare, momentaneamente, in attesa.

NIENTE ACCORDO - Nella serata di martedì Monza e Verona, riunitesi a cena nel centro di Milano, erano arrivate a un punto di contatto per il trasferimento del difensore: formula del prestito con diritto di riscatto, per una cifra totale prevista tra gli otto e i nove milioni di euro. Una stretta di mano con Marroccu, ds dell'Hellas, sembrava potesse bastare per considerare chiusa la trattativa. Che, invece, meno di 24 ore dopo è bloccata. L'interesse della Lazio e del Napoli delle ultime settimane, oltre a quello del Milan dei mesi scorsi, c'è e rimane sullo sfondo. Ma offerte concrete da questi club, al momento, non ne sono arrivate. Casale preferisce comunque aspettare e lo ha comunicato al Monza: la spesa di Adriano Galliani e Silvio Berlusconi subisce un piccolo stop.