Il Monza si prepara ai primi colpi sul mercato con qualche novità anche all'interno del club. Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, dopo aver stabilito il budget, cominceranno a costruire la squadra per la prima, storica, serie A del sodalizio brianzolo. 

In cima alla lista dei desideri della dirigenza ci sono due vecchie conoscenze di Adriano Galliani, i difensori Alessio Romagnoli e Francesco Acerbi per la difesa, due giocatori che l'ad e Berlusconi conoscono molto bene per il loro passato rossonero. Non è ancora tramontata l'idea di Andrea Ranocchia, svincolatosi dall'Inter. Mentre a centrocampo ci sono ancora poche idee al di là dell'interista Stefano Sensi, in avanti di nomi ne sono già usciti tanti, roba da completare il reparto offensivo di 4-5 squadre: da Belotti a Pinamonti, passando per Ounas e Messias sugli esterni, fino a Gnonto e Joao Pedro. Tutti nomi che piacciono, ma al momento non c'è ancora nulla di definito. Di sicuro non arriveranno né Zlatan Ibrahimovic né tantomeno Mario Balotelli: i due nomi sono stati già depennati dal presidente Paolo Berlusconi in un'intervista alla Gazzetta dello Sport.
Cambiamenti in campo, cambiamenti anche nell'organigramma. Dopo l'arrivo di Jean François Modesto come nuovo direttore tecnico (l'annuncio il 1° luglio), sarà probabilmente ingaggiato anche Carmine Russo. L'ex arbitro di serie A, il prossimo anno, potrebbe andare in panchina come team manager o addetto agli arbitri. Avvisato più volte in tribuna al fianco della dirigenza, Russo era già stato team manager alla Casertana ed è pronto ad una nuova avventura in Brianza. 

Attesa, infine, per la campagna abbonamenti che potrebbe essere annunciata nel giro di pochi giorni così come il luogo del ritiro del raduno estivo: il Trentino resta la meta preferita, ma non sono escluse delle novità.