Massimo Moratti, ex patron dell'Inter, parla di Josè Mourinho e dell'ormai famoso gesto dello Stadium: “Per conto mio il gesto di Mourinho ha anche fatto passare in secondo piano il successo del Manchester, che per lui e la squadra è stata una partita importante. Fa parte del suo carattere, quando torna in Italia si trova addosso tutto il sentimento, l’esperienza è una vita che lo porta a reagire come se fosse ancora qui, pensando anche alla società in cui era e alle altre che erano antagoniste. Questo lo mette in condizione di compiere certi gesti particolari e con un certo tempismo, crea situazioni di discussione che nel calcio sono qualcosa di divertente e interessante. Niente di offensivo per nessuno. Se mi fa specie quando dice “La mia Inter?”, no è proprio per questo motivo che reagisce così. L’Inter vista in Champions? Ha carattere e spessore. Zhang presidente? È bravo e farà benissimo”.