Jorge Lorenzo su Ducati ha vinto il Gran Premio d’Italia, settimo atto del mondiale della MotoGP 2018 che si è disputato sul circuito del Mugello. Una risposta da vero campione alle critiche che recentemente gli sono piovute. Alle sue spalle il compagno di squadra Dovizioso e Rossi, partito dalla pole. Gara da dimenticare per Marquez. Lo spagnolo esce fuori pista, prova a rientrare, ma non arriva comunque alla zona punti.
 
LORENZO SHOW - Sotto un sole cocente, è incognita gomme. I piloti decidono di affidarsi alle dure. Scatenato Lorenzo, che, pronti via, si porta davanti a Rossi, mentre il connazionale Marque, aggressivo come suo solito, gli si porta appresso. Subito dietro Iannone e Dovizioso. Crolla invece Maverick Vinales, decimo. Al secondo giro Marquez, con una staccata micidiale, mette la freccia sul Dottore ed è secondo. Allunga in testa Jorge Lorenzo in testa. La corsa saluta intanto alcuni dei suoi protagonisti: Pedrosa, Redding, Miller e Luthi.
 
DISASTRO MARQUEZ - Succede l’imponderabile al giro numero 6: Marquez va largo e finisce nella ghiaia. Comunque, stoico Cabroncito che riparte dal fondo, nettamente staccato agli altri piloti. Lorenzo è dunque davanti a Rossi e Dovizioso, bravo a infilare il sorpasso su Iannone. Il buon Andrea tiene un ottimo passo e passa addirittura secondo.
Anche Iannone supera Rossi, in difficoltà. In grande spolvero lo stesso Petrucci, scivolato inizialmente in settima posizione per una mossa avventata di Marquez, recupera terreno ed è quinto.
 
SOFFERENZA PER PETRUCCI - Smarrisce, piuttosto, brillantezza Iannone. Commette una serie di errori e al giro numero 13 le gerarchie mutano. Terzo Petrucci, quarto Rossi e quinto il pilota della Suzuki. Che accusa il colpo e viene superato anche dal compagno di team Rins. Il catalano sale in cattedra e, al giro successivo, passa anche Rossi. Scatenato Lorenzo, con due secondi su Dovizioso al giro 16. Sorpassi a ripetizione tengono banco dietro. Rossi attacca Rins, sale quinto e, in coppia con Iannone, si mette alle spalle Petrucci. Quest’ultimo, in un momento complicatissimo, viene superato anche da Rins e Crutchlow.
 
DOVIZIOSO, FINALE COL BRIVIDO - Lorenzo appare di un altro pianeta e si invola indisturbato verso la vittoria. Problemi alla moto di Dovizioso, che proprio nell’ultimo giro rischia grosso. Ma chiude secondo, ottenendo punti preziosissimi in classifica generale. Completa il podio un Rossi immortale. Quarto Iannone, poi Rins, Crutchlow e Petrucci.