122
Prima il Milan poi l'Inter, il futuro di Radja Nainggolan sembra sempre più scritto e sicuramente non avrà i colori giallorossi della Roma. Il club del presidente James Pallotta ha bisogno di vendere, vuole avviare un nuovo progetto tecnico con Monchi al comando e non ha alcuna intenzione di soddisfare le richieste economiche del giocatore che, ora, sta iniziando a guardarsi attorno per il proprio futuro.

IL RINNOVO MANCATO - Già da gennaio, infatti, Nainggolan ha chiesto alla Roma un nuovo contratto, con scadenza e ingaggio superiori a quelli sottoscritti il 13 luglio 2015 quando il centrocampista belga si legò alla Roma fino al 30 giugno 2020 con un ingaggio di circa 3 milioni a stagione. Ora il Ninja chiede di più, e avendo compiuto tre giorni fa 29 anni, vuole uno degli ultimi e onerosi contratti della propria carriera. Un quinquennale da almeno 5 milioni di euro, in parole povere che la Roma non è disposta ad offrirgli.
PRIMA IL MILAN POI L'INTER - Cifre che, invece, è disposta a raggiungere l'Inter che con il suo entourage ha già avuto contatti importanti nel corso dell'ultimo mese. Servirà uno sforzo economico importante per portarlo a Milano e servirà anche l'accesso all'Europa League, ancora un obiettivo del club nerazzurro. E nella corsa al sesto posto proprio Nainggolan potrebbe giocare un ruolo chiave. La Roma, questa sera, è chiamata ad un importante big match contro il Milan rivale storica dei nerazzurri e davanti in classifica di soli 3 punti. Battendo i rossoneri Nainggolan potrebbe aprirsi la strada sia per l'Inter che per l'accesso all'Europa League in maglia nerazzurra la prossima stagione. Due obiettivi, un'unica partita. Inter permettendo, perchè se gli uomini di Pioli non dovessero battere il Genoa, i progetti del Ninja andrebbero comunque in fumo.